Varese

Il Premio Chiodi comunica il bello del territorio

I promotori del Premio dedicato a Carlo Chiodi

Un’iniziativa che cammina, si amplia, mette radici sempre più profonde nel territorio. Il premio intitolato a Carlo Chiodi, giornalista che dirigeva Radio Missione Francescana, è giunto alla seconda edizione e conferma la sua volontà di illuminare ciò che di positivo esprime il territorio. Un obiettivo originale, riassunto dallo slogan di una delle sezioni, ”Va in onda il reale”, e che vuole coinvolgere soprattutto i giovani.

Il Premio per la Comunicazione Carlo Chiodi è un’iniziativa sostenuta da un ampio fronte di realtà del territorio legate alla comunicazione: il premio è infatti promosso dalla Fondazione Lombardia Europa in collaborazione con Radio Missione Francescana, La Prealpina, Rete55, VareseNews, VareseReport, Concreo e Consel. “Il premio sta diventando grande”, dioce Marco Dal Fior, presidente della giuria del premio. “E quindi va aiutato a diventare grande,  a differenza dello scorso anno quando il premio è nato e ha subito destato curiosità”. Necessario, dunque, far girare la voce tra i giovani, diffondere la notizia, parlarne. “Spronare i giovani – ha concluso Dal Fior – ad appuntare la loro attenzione su ciò che di bello e di buono fa il territorio”.

La figura del giornalista Carlo Chiodi è stata tratteggiata dall’assessore regionale, Raffaele Cattaneo. “Spesso la comunicazione è attenta a quello che non va, mette in luce il male. Non era così Carlo Chiodi, che metteva in luce ciò che di positivo esprimeva il territorio, a partire dall’esperienza di Radio Missione Francescana”. Positivo, per Cattaneo, la presenza, tra i sostenitori dell’iniziativa, di tanti media varesini. “Segno che la presenza di Chiodi non si è affievolita e desta ancora attenzione e simpatia tra gli operatori della comunicazione”.

Tre le sezioni in cui si articola il premio dedicato al giornalista varesino: il premio Carlo Chiodi, un riconoscimento al personaggio che meglio ha saputo raccontare la quotidianità del nostro territorio (nella prima edizione è stato assegnato a Davide Van De Sfroos); il premio Carlo Chiodi Giovani, che con lo slogan “Va in onda il reale” premia chi per capacità di sintesi, originalità, qualità espressiva riesce a leggere la realtà di ogni giorno in vista di una pubblicazione su carta stampata o Web, radio o tv; infine il premio Carlo Chiodi per le realtà sociali che si rivolge a quanti operano nel sociale, con forme di volontariato o di presenza solidale.

Per quanto riguarda gli elaborati del concorso dedicato ai giovani, devono essere inviati alla segreteria del premio entro il 31 ottobre 2012. Tutte le indicazioni sul concorso si possono scaricare dalla pagina Web http://www.premiocarlochiodi.it/

13 aprile 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi