Politica

Una tegola su Sel: Nichi Vendola è indagato

Nichi Vendola

E’ stato lui stesso a comunicare ai media la notizia in una conferenza stampa convocata urgentemente nel pomeriggio di oggi: il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, presidente di Sel (Sinistra Ecologia e libertà), è indagato per concorso in abuso d’ufficio per aver favorito la nomina di un primario.

La nomina è quella relativa al professor Paolo Sardelli, primario di chirurgia toracica all’ospedale San Paolo di Bari. Vendola ha ricevuto, tramite i militari della Guardia di finanza, un avviso di conclusione delle indagini.

Nella stessa indagine anche la ex dirigente dell’Asl di Bari, Lea Cosentino, divenuta nota come Lady Asl in inchieste relative all’imprenditore Tarantini. «Mi dichiaro assolutamente sereno, come sempre in passato. Perché ogni mia azione è stata sempre improntata a garantire la trasparenza».

Nella conferenza stampa Vendola ha spiegato che la dottoressa Cosentino “asserisce che all’origine di questa mia veemente interferenza ci sarebbe la mia amicizia con il professor Paolo Sardelli, elemento questo che è stato già autorevolmente smentito nei mesi scorsi dal professor Sardelli che ho conosciuto per essere una vera promessa della scienza medica”. Al concorso oggetto dell’inchiesta Vendola ha detto di essersi interessato per verificare che si trattasse di un concorso vero, in cui potesse vincere il migliore.

11 aprile 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Una tegola su Sel: Nichi Vendola è indagato

  1. rocco cordì il 11 aprile 2012, ore 20:58

    Nessuna tegola su SEL. L’avviso di garanzia è un atto dovuto a seguito dell’accusa rivolta a Vendola da Lea Cosentino (ex-direttore generale della Asl di Bari e implicata in altre inchieste sulla malasanita’ pugliese). Se Vendola ha compiuto o no l’abuso d’ufficio è ancora tutto da dimostrare. Se il reato fosse accertato sono certo che Vendola saprà trarre le conseguenze. Comunque non si sta parlando né di tangenti, né di uso distorto del finanziamento pubblico. Lo dico solo per evitare facili equiparazioni alla gravità degli scandali in corso. Lo stesso Vendola, nel rendere pubblica la notizia, ci ha tenuto a precisare che “….l’accusa della dottoressa Cosentino non è suffragate da nessun altra prova, nessun altra documentazione. Mi accusa una persona che e’ animata da forte risentimento nei miei confronti, avendola io licenziata al momento del suo coinvolgimento nelle inchieste sulla malasanita’”.

  2. >Grillo parlante il 11 aprile 2012, ore 23:13

    Puntuale come sempre Grillo, il comico, ieri sera, 10 aprile, ha detto che dopo la Lega sarebbero arrivate tegole a IDV e ai Grillini. Non sono passate 12 ore……
    e tocca invece a SEL. comunque uno che sta fuori, all’opposizione. Non si parla piu’ di Lusi, Casini, Rutelli, Penati…..tanto meno
    di rapine governative.
    Tra i leghisti non c’è un inquisito. Vendola viene indagato per una denuncia di un privato…… Si sente odor di bruciato.

  3. abramo il 12 aprile 2012, ore 05:58

    ma gli Italiani han bisogno ancora di altro?
    vogliamo veramente continuare con questa gentaglia al potere?

Rispondi