Varese

Madre coraggio supera i mille sulla pagina Facebook

La signora Bacchetta Patureau

Sta diventando davvero una battaglia condivisa da tanti quella condotta da giorni, con uno sciopero della fame, dall’imprenditrice Anne Alexandra Bacchetta Patureau, una delle vittime dell’alluvione del 15 luglio 2009. Una donna coraggiosa, che sta portando all’attenzione generale un vero dramma: i mancati risarcimenti per quell’evento. Nonostante le promesse dei politici, fino a questo momento la signora non ha visto un solo euro.

E così ha deciso di imboccare la strada dello sciopero della fame, una scelta eclatante che sta risvegliando il problema che, senza la signora, sarebbe già stato richiuso in un cassetto. Una battaglia giusta che sta suscitando una grande onda di consensi e solidarietà.

Tanto seguito anche grazie all’attenzione dei media e dei social network. In pochi giorni, la pagina di Facebook aperta da amici di Anne Alexandra Bacchetta ha già superato i mille amici (http://www.facebook.com/#!/groups/255706984524031/)

Tanti i messaggi lasciati sulla pagina da simpatizzanti della madre coraggio varesina, che utilizza la pagina per comunicare con la nostra provincia e tutto il mondo.  La frase che si legge più frequentemente sulla pagina è l’invito a “non mollare” e l’assicurazione “ti siamo vicini”. Mille e più voci diverse che stanno formando un popolo che si sta mobilitando per una causa giusta e del tutto trasversale.

Anche Varesereport sta seguendo dall’inizio la vicenda della signora e continuerà a seguirla fino a quando da politici e istituzioni non arriverà una risposta definitiva.

2 aprile 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi