Economia

Si apre “Pipe e fiori”, ma i parcheggi tengono banco

Il taglio del nastro

Una decina di banchi, molti curiosi e “addetti ai lavori”, una bella giornata che fa da cornice. La rassegna “Pipe e Fiori in festa”, promossa da Ascom Varese in piazza Giovine Italia, registra un passaggio continuo di varesini che si aggirano tra i banchi alla ricerca del vaso di fiori più colorati o della pipa più curiosa. I commercianti della zona salutano così la primavera.

Questa mattina, taglio del nastro insieme all’assessore comunale al Commercio Sergio Ghiringhelli. “Un’iniziativa – spiega il fiduciario Fiva per Ascom Varese, Carlo Riva – conferma la collaborazione che da anni procede con Palazzo Estense”.

Una collaborazione che, però, deve fare i conti con la brutta pagina dell’aumento delle tariffe dei parcheggi a Varese, una scelta passata in giunta senza un tavolo di confronto con le associazioni dei commercianti e che oggi vede una raccolta di firme promossa da realtà vicine agli stessi partiti che governano la città. “Certo, comprendiamo la necessità delle amministrazioni comunali di trovare risorse in questo momento – continua Riva -, ma una scelta come quella varata dalla giunta comunale va a discapito dei commercianti, che si vedono super-penalizzati in un momento come questo caratterizzato da un calo del lavoro e da una forte crisi”.

Risponde l’assessore leghista Ghiringhelli, che smentisce che gli aumenti siano stati resi “sperimentali” con un atto formale. “E’ vero che prima di passare in giunta, non c’era stato un tavolo ufficiale con i commercianti, ma io non ho mai smesso di sentire le associazioni di categoria. Anche se poi è prevalsa in giunta questa scelta”. Quanto agli aumenti, Ghiringhelli spiega di essere favorevole a quelli serali, perchè sono aumenti che hanno un carattere “educativo” (“mettono ordine nel disordine che vediamo nel centro”). Contrario invece al pagamento in pausa pranzo. Quanto poi all’estensione delle isole pedonali, forse memore anche delle polemiche in corso sui parcheggi, l’assessore consiglia prudenza e gradualità. “Allargamenti sono previsti nel Pgt, ma è necessario essere graduali”.

1 aprile 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi