Varese

Stangata parcheggi, parte raccolta di firme contro

Dopo l’introduzione della tariffa serale per posteggiare in centro a Varese dalle 20 alle 24, Avanguardia Studentesca, movimento studentesco identitario, insieme a Made in Varese, associazione no profit di giovani varesini, si fanno avanti per promuovere una petizione contro questa nuova tariffa comunale.

Andrea Tomasini, presidente di Made in Varese afferma: “Sono allarmanti le notizie che giungono da Palazzo Estense, e ancora più allarmati sono i pensieri che c’inducono a non credere a simili proposte. Made in Varese si oppone vivamente all’annuncio di introdurre tariffe serali per i parcheggi di Varese: questo significherebbe soffocare ulteriormente una città che, già adesso, lascia poco spazio a noi giovani. Non solo ne risentirebbero i ragazzi, ma anche i locali che dalla cosiddetta “movida” traggono la propria fonte di sostentamento”.

Continua Tomasini. “Chiediamo al Comune ed al Sindaco di fare un passo indietro, di non far quadrare i conti sacrificando una generazione che poco o nulla sta ricevendo dalle Istituzioni; si chiudono i locali, si impedisce di fare musica e si fanno pagare quei pochi parcheggi che ci sono: con questo provvedimento ci si allontana da una Varese a portata di giovani, causando indirettamente anche danni all’economia cittadina”.

Più politico il taglio dato da Avanguardia Studentesca alla vicenda: “Con questa nuova tariffa i problemi legati alla movida varesina aumenteranno anziché diminuire – spiega Eloisa Cunati, dirigente del movimento studentesco –. Ad esempio la sosta selvaggia, che già crea grandi problemi alla circolazione nel centro durante il fine settimana, aumenterà ulteriormente; non è questa la direzione giusta per una Varese a misura di giovane. Varese non è né Milano né una grande città con esigenze tali da giustificare questo nuovo aumento, che va ad aggiungersi agli ulteriori aumenti che saranno decisi dalla giunta comunale e che incideranno notevolmente sulle tasche dei varesini (Imu, addizionale Irpef ecc). Un rincaro di questo tipo potrebbe essere giustificato alla luce del miglioramento del trasporto pubblico nelle ore serali, cosa che però non ci pare essere stata realizzata, né annunciata”.

Le raccolte firme e i volantinaggi informativi, organizzati insieme ad Avanguardia Studentesca, si svolgeranno: venerdi e sabato all’interno delle classi quinte delle scuole superiori varesine; sabato all’interno dei negozi del centro che daranno il loro sostegno; sabato pomeriggio dalle 15 alle 19 gazebo in corso matteotti; Università dell’Insubria durante la prossima settimana.

29 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi