Varese

Programma dell’Anpi parte dalle “Storie dell’altra Italia”

Daniele Biacchessi

In vista della scadenza del 25 Aprile, Anpi Sezione Varese sta perfezionando un ricco cartellone di iniziative. Nel frattempo, però, l’Anpi svela che venerdì 13 aprile, alle ore 21, l’Anpi Sezione Varese, in collaborazione con Libera Coordinamento Provinciale Varese,  ha scelto di aprire il calendario sulla Resistenza con lo spettacolo teatrale “Storie dall’altra Italia”, con Daniele Biacchessi e i Gang, uno spettacolo inserito nella rassegna “Note di Scena”, presso il Cinema Teatro Nuovo in via dei Mille a Varese (costo  biglietto intero 10€; costo ridotto per soci Anpi, Arci, Libera, Coop….. 8€).

Lo spettacolo in programma riguarda le storie dall’Altra Italia, grandi narrazioni popolari che appartengono ad un solo paese. Vengono raccontate attraverso il teatro, la musica e le canzoni da Daniele Biacchessi, Marino e Sandro Severini dei Gang, Massimo Priviero proprio nei giorni in cui si celebra il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. Storie di alpini siciliani e sardi che vanno a morire insieme a loro coetanei veneti e lombardi durante la campagna dell’Armir in Russia nel 1944. Storie di studenti, operai, intellettuali, contadini che nel ’43 scelgono la democrazia e combattono nazisti e fascisti nella Resistenza. Storie di omicidi degli anni Settanta rimasti impuniti, di sangue versato lungo le strade e le piazze italiane, di giovani uccisi per le loro idee. Storie di nuove resistenze in Calabria,Puglia, Campania, Basilicata e Sicilia, tra i ragazzi di Libera Terra che producono frutta, pasta e vino sui terreni confiscati ai boss mafiosi. “Storie dall’Altra Italia” è uno spettacolo che miscela l’arte del teatro civile di Daniele Biacchessi con la canzone d’autore, il rock e la poesia dei Gang e di Massimo Priviero.

27 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Programma dell’Anpi parte dalle “Storie dell’altra Italia”

  1. carlo scardeoni il 28 marzo 2012, ore 17:39

    Condivido ogni iniziativa sulla Memoria, ma dalla Resistenza sono da anni scomparsi i comunisti e pensare che su 10 partigiani 8 erano comunisti.

Rispondi