Varese

Ammazzateci tutti, apre prima sede nel Varesotto

I magistrati Falcone e Borsellino

“La Calabria e la Lombardia danno un calcio alle mafie. Competitivi in campo, uniti nella legalità”. E’ questo lo striscione che i ragazzi calabresi e lombardi, impegnati nel gemellaggio antimafia “Calabria-Lombardia” che si sta svolgendo in questi giorni in terra lombarda, organizzato dal movimento antimafia “Ammazzateci Tutti”, presieduto da Aldo Pecora, dal Liceo magistrale “G. Ricchichi” di Polistena (RC) e dal Liceo Scientifico “A. Tosi” di Busto Arsizio (VA), presieduti rispettivamente dai professori Giovanni Laruffa e Giulio Ramolini, hanno esposto al centro del campo prima del match di serie B Varese-Reggina.

Un lungo applauso e una vera e propria ovazione del pubblico presente numerosissimo allo stadio, ha accolto i giovani scesi in campo che hanno seguito insieme dagli spalti la partita, uniti nell’ideale della legalità.

I ragazzi di Polistena e di Busto Arsizio stanno partecipando proprio in questi giorni, 23-27 marzo, a diverse e importanti attività del gemellaggio antimafia, tra le quali la visita al Questore di Varese, l’incontro con i Sindaci di Busto Arsizio e Milano Gianluigi Farioli e Giuliano Pisapia, oltre all’inaugurazione della prima sede al nord di Ammazzateci Tutti a Lonate Pozzolo (VA).

25 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi