Regione

Regione sotto inchiesta, Cattaneo minimizza

L'assessore Raffaele Cattaneo

Indagini, manette, polemiche, la Regione Lombardia è nell’occhio del ciclone. Continuano a ripetersi casi di politici indagati, a partire dal Pd Penati fino alla recente inchiesta che ha coinvolto l’assessore della giunta Formigoni, il Pdl Romano La Russa, passando dal presidente del Consiglio della Lombardia, il leghista Davide Boni.

Un clima pesante, che preoccupa e allarma i cittadini, rischiando di aumentare i consensi per il partito dell’astensione.

Eppure, l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, pensa bene di minimizzare le vicende che occupano i media. ”Il clima che respiro è un clima di lavoro come sempre. Ed è quello che ci chiedono i cittadini”.

Per l’assessore Pdl, i cittadini chiedono ai politici della Regione “di non attardarci in polemiche pretestuose ma di lavorare per la Lombardia”. L’assessore regionale ha risposto così ai giornalisti che, a margine di un incontro con la Commissione Trasporti del Parlamento europeo, hanno chiesto all’assessore Cattaneo un commento sulle polemiche che stanno coinvolgendo i lavori del Consiglio regionale in seguito alle inchieste giudiziarie su diversi suoi membri.

22 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi