Varese

Parcheggi, il Pd Mirabelli a muso duro contro Fontana

Fabrizio Mirabelli

Scende in campo il capogruppo Pd in Comune, Fabrizio Mirabelli, che a muso duro replica all’intervento del sindaco Fontana a difesa degli aumenti delle tariffe dei parcheggi varesini.  ”Per difendere gli aumenti dei parcheggi in centro decisi dalla Giunta, puntuale come un orologio svizzero arriva, oggi, il pianto del sindaco Fontana relativamente ai soldi che verranno meno al Comune di Varese a causa dei tagli e delle riduzioni del gettito derivante dall’IMU. Nessuna spiegazione della presa di distanza da parte del capogruppo del PDL Ciro Grassia che, proprio oggi, ha dichiarato che “il documento uscito dalla Giunta” non è stato “un atto condiviso” dal PDL”.

Continua il capogruppo Pd: “Nessuna autocritica per le enormi risorse (circa 13 milioni di euro) dilapidate in passato dai sindaci che l’hanno preceduto, anche loro appartenenti alla Lega Nord, per il progetto trambus, mai entrato in funzione, e per la funicolare che, tra l’altro, fino ad ora, ha accumulato circa 2 milioni di euro di perdite. Senza paternità, naturalmente, rimane anche la grave responsabilità di avere nascosto in qualche polveroso cassetto il Piano urbano della mobilità, il Piano urbano del traffico e il Piano urbano dei parcheggi”.

“Il sindaco – dichiara Mirabelli – finge di non comprendere come gli aumenti dei parcheggi nel centro cittadino non avrebbero suscitato tante polemiche se fossero stati inseriti in una coerente politica della mobilità, così come è successo in quasi tutti i capoluoghi lombardi. Diventano odiosi e inaccettabili quando servono solo per nascondere i fallimenti in tema di mobilità della maggioranza di centrodestra che, purtroppo, amministra la nostra città ormai da venti anni, non esitando, per esempio, per scelta ideologica, ad affossare il trasporto pubblico”. 

Conclude l’esponente del Pd: “Stupefacente, poi, è che il Sindaco pretenda di imporre quello che, di fatto, è un nuovo balzello, alle famiglie e alle attività commerciali, senza nemmeno prendere in considerazione l’ipotesi, da noi suggerita, di ridurre i costi della politica (indennità di Sindaco e Assessori e numero di Assessori) e la possibilità di accedere ad appositi fondi europei (fin’ora il Comune di Varese ha ottenuto, per propria incapacità, 0 euro dall’Europa)”.

22 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi