Varese

Saltano i tombini ostruiti e Nicoletti va all’attacco

Auto all'angolo di piazza Repubblica

Ci sono piazze e strade a Varese che, dopo quattro gocce di acqua, diventano una giungla. Emblematico il caso di piazza Repubblica, dove l’angolo per via  Magenta si trasforma in un vero e proprio lago. Una situazione molto diffusa, che ha portato qualcuno a ricordarsi che l’amministrazione deve fare i conti anche con i dettagli oltre che con i grandi progetti.

Alessio Nicoletti, capogruppo di Movimento Libero in Consiglio comunale a Varese, ha depositato un’interrogazione a Palazzo Estense partendo dalla constatazione che ”ogni volta che si è in presenza di un evento piovoso le strade cittadine si allagano in maniera anomala con conseguenze negative per il traffico veicolare e pedonale”. Nicoletti mette il coltello nella piaga di tutte le giunte che si sono succedute negli ultimi 20 anni, il vero tallone d’Achille di chi amministra la città: la scarsa manutenzione dei tombini cittadini, che risultano ostruiti in grande quantità e che, di conseguenza, non riescono ad assolvere alla loro funzione di scaricare l’acqua piovana.

Un tema davvero rivoluzionario, e non lo diciamo per fare una battuta. Un tema che, risolto davvero, porterebbe un sindaco ad essere ricordato per sempre. Continua Nicoletti: “il problema segnalato si ripropone periodicamente con l’arrivo delle piogge”. Non solo: “la manutenzione dei tombini è importante quanto la manutenzione delle strade, della segnaletica e dell’illuminazione”. 

“La soluzione del problema – conclude Nicoletti – potrebbe consistere nel prevedere maggiori risorse per la manutenzione dei tombini cittadini”.  E chiede “se l’Amministrazione Comunale intenda intervenire, come e quando”.

19 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi