Economia

Distretto Aerospazio Lombardo incontra Boeing

Il debutto su suolo americano, la presentazione diretta con la visita ad uno dei più importanti prime contractor del settore come la Boeing, l’alta qualità dei contatti avviati, la soddisfazione delle aziende presenti allo stand: è ricca di spunti positivi l’esperienza oltre Oceano del Distretto Aerospaziale Lombardo che ha partecipato in questi giorni all’Aerospace & Defence Supplier Summit di Seattle. “An opportunity for leaders in the aerospace industry to meet with potential industry partners” (un’opportunità per i leader dell’industria aerospaziale di incontrare potenziali partner industriali), come recita l’home page ufficiale del sito Internet della manifestazione fieristica alla quale hanno partecipato 600 imprese, in rappresentanza di 30 differenti Paesi, che hanno dato vita a circa 7 mila meeting one to one.

Una kermesse a cui era presente con un proprio stand anche il Distretto Aerospaziale Lombardo in rappresentanza di quel tessuto produttivo composto da 185 imprese che con i loro 15.000 addetti producono il 38% dell’export italiano aerospaziale, per un fatturato annuo stimato di 4 miliardi di euro, il 12% del quale destinato alla ricerca. È con questa carta d’identità che il cluster dell’industria lombarda del settore si è presentato al sistema produttivo a stelle e strisce. Un modo, come avvenuto in altri appuntamenti di livello internazionale a cui ha partecipato in passato il Distretto, per promuovere le piccole e medie imprese lombarde del comparto.

Sette quelle presenti alla manifestazione di Seattle grazie al supporto logistico del Distretto Arospaziale Lombardo: Bettini Spa (Lc), E-level Communication Srl (Mi), Info-Solution Spa (Mi), Merletti Aerospace Srl (Va), OVS Villella Srl (Va), Terruzzi Fercalx Spa (Mi), Tecnologie Industriali & Aeronautiche Spa (Mi), ognuna con un proprio stand. Momento più alto della missione è stata la visita degli esponenti dell’industria aerospaziale lombarda al colosso della Boeing, che ha rappresentato un momento di conoscenza reciproca diretta con uno dei più importanti prime contractor del settore a livello mondiale.

Nell’ambito della manifestazionesi è svolta anche una conferenza di presentazione intitolata “Distretto Aerospaziale Lombardo: an integrated supply chain” curata dalla coordinatrice delle attività di internazionalizzazione e marketing del Distretto, Claudia Mona della Secondo Mona Spa (Va), che tira così le somme dell’esperienza a Seattle: “Per il nostro Distretto è stata una missione riuscita, il nostro sistema produttivo ha potuto guadagnare visibilità sul mercato nordamericano che si sta aprendo ad una supply chain globale, andando alla ricerca di nuovi partner anche in Europa. È per questo motivo che i 15 incontri mirati, che hanno visto come protagonista il distretto per conto delle nostre imprese, anche quelle non direttamente presenti qui a Seattle, rappresentano un importante investimento per il futuro, anche grazie ai contatti di qualità che si sono instaurati. Non chiacchiere generiche, bensì veri e propri meeting che sono andati al cuore degli interessi specifici delle aziende coinvolte”.

Ciò dimostra, per Claudia Mona, come “il Distretto Aerospaziale Lombardo debba continuare a lavorare in questa direzione, sulla partecipazione congiunta a queste importanti kermesse internazionali, capitalizzando e migliorando la propria attività di promozione sui mercati esteri. Dobbiamo puntare su un maggiore coinvolgimento delle nostre imprese, la cui presentazione a livello mondiale deve rappresentare uno dei nostri principali obiettivi”.

La missione di Seattle si inserisce in un intenso programma di internazionalizzazione che è stato proposto dal Distretto a valere sulle opportunità offerte dal Bando regionale DAFNE della Regione Lombardia. Seattle è stato il quinto appuntamento internazionale al quale ha partecipato, nella sua breve e recente storia, il Distretto Aerospaziale Lombardo che aveva debuttato, con il sostegno economico dalla CCIAA di Varese,  nel giugno del 2010 all’ILA Berlin Airshow, per poi presenziare ad una missione in Canada e Stati Uniti nell’ottobre 2010 (con visita alla società Bombardier), nel dicembre 2010 all’Aeromart di Tolosa, nel giugno 2011 a Le Bourget di Parigi e nell’ottobre 2011 all’Aersopace & Defense Meetings di Torino.
Prossima tappa a luglio per Farnborough 2012 (UK).

16 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi