Televisione

Piero Chiara protagonista a “Per un pugno di libri”

Piero Dorfles e Veronica Pivetti

Dopo aver affrontato Durrenmatt, Dostoewskji e Nabokov, la trasmissione televisiva “Per un pugno di libri” condotta da Veronica Pivetti e Piero Dorfles hanno giocat0 nel pomeriggio con lo scrittore luinese Piero Chiara e con il suo romanzo “La stanza del Vescovo”, pubblicato nel 1976 e poi tradotto l’anno dopo in un sontuoso film con la regia di Dino Risi con il grande Tognazzi, nei panni del protagonista dottor Orimbelli, e la fascinosa Ornella Muti.

A scontrarsi nel programma su personaggi, episodi, curiosità del romanzo di Chiara sono stati il liceo classico Ovidio di Sulmona e il liceo linguistico Piero Calamandrei di Sesto Fiorentino, quest’ultimo vincitore della gara televisiva. Una tramissione in cui non sono mancati momenti memorabili. Come quando la Pivetti, al momento della prova “Fuori gli autori”, una vera e propria ghigliottina che costringe i concorrenti che sbagliano a lasciare la gara, si è soffermata ad esprimere il suo dissenso nei confronti dei giudizi verso le donne da parte di Chiara.

A Piero Dorfles il compito di raccontare la trama e le caratteristiche del romanzo. Un intervento cha aveva l’obiettivo di riportare all’attenzione del pubblico televisivo un romanzo e un autore che spesso vengono dimenticati.

11 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi