Varese

Galà del Sorriso, il super-show incassa 13 mila euro

Il cast dello show

Colombe bianche, cilindri, bacchette, spade e conigli. Tutti i simboli del mondo della magia sono comparsi sabato sera sul palcoscenico del Palawhirpool di Varese nel “Galà del Sorriso”, uno sfavillante spettacolo di beneficenza organizzato a favore del Ponte del Sorriso. Un evento che ha registrato un grande consenso da parte del pubblico, che ancora una volta ha confermato il suo affetto al progetto del nuovo ospedale materno infantile.

Tanti, importanti i nomi che hanno preso parte bella iniziativa, costruita tassello per tassello dalla fondazione Il Ponte del Sorriso Onlus e Masters of Magic, con la preziosa collaborazione di Walter Maffei. Nel duplice ruolo di direttore artistico e di presentatore al fianco di Clara Taormina, Maffei ha confezionato due ore e mezzo di spettacolo ritmate, divertenti e incalzanti, alternando numeri classici a gag fresche ed originali.

Massimo il coinvolgimento del pubblico, ancor prima dell’inizio vero e proprio dello show, grazie alla presenza nel parterre di giovani illusionisti che, passando tra le file di sedie, presentavano agli spettatori, a pochi centimetri dai loro occhi, giochi di prestigio.

L’incredulità e lo stupore hanno tenuto desti tutti, grandi e bambini, in rigoroso silenzio davanti all’illusionismo del bravissimo Alexander, uno dei grandi “maestri” di prestigiazione in Italia, al femminile trasformismo di Lilyth, alle magie floreali di Gianluca Gallina, al classico ma sempre strabiliante numero della “donna tagliata a metà” portato in scena da Alberto e Sara, all’ironia in stile burlesque di Elvis e Benedetta, agli strabilianti ed innovativi numeri di Ivan Anselma, alle eleganti coreografie teatrali di Lenoir & Rionel con le brave e affascinanti The Purples.

A far ridere ci hanno pensato i simpaticissimi Max Pisu e Leonardo Manera, che ha mosso i suoi primi passi nel mondo dello spettacolo proprio come illusionista, Sefano Chiodaroli nelle vesti del mago Abat jour, uno scatenatissimo e scompigliatissimo Francesco Scimemi e un comico-horror Diego Ambrosiglio.

Come in ogni grande show di magia che si rispetti, al numero di chiusura il compito di lasciare tutti a bocca aperta: sul palco la “iena” Marco Berry, protagonista di un incredibile numero di “escapologia” (l’arte dell’evasione) all’altezza del mitico Houdini. xInsomma, una serata davvero riuscita e che, grazie alla copertura di tutte le spese da parte degli sponsor, ha portato nel salvadanaio del Ponte del Sorriso circa 13mila euro, 13mila mattoncini che si aggiungono ai tanti già acquisiti per la sua costruzione.

11 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi