Busto Arsizio

Congresso Acli, cristiani di fronte alla crisi

Un momento del confronto congressuale

Acli di Varese a congresso, un momento di confronto democratico dentro l’associazione, ma anche un’occasione per fare il punto sui problemi sociali e politici sul tavolo. Presso i Molini Marzoli di Busto Arsizio, ieri il presidente nazionale delle Acli Andrea Olivero ha parlato dell’importanza del fare comunità per superare questo periodo di sfide e di cambiamento, dell’importanza dell’impegno degli aclisti nella società civile e della necessità di lavorare per promuovere uno sviluppo di qualità e non di quantità e una crescita sostenibile.

Presenti nella prima giornata del congresso Gianbattista Armelloni, presidente regionale; i consiglieri regionali Stefano Tosi e Alessandro Alfieri; Carmela Tascone segretario provinciale della CISL; il sindaco di Busto Gigi Farioli e monsignor Agnesi.

Oggi i lavori sono ripresi alle 9 con le relazioni sui servizi Patronato e Saf ed Enaip e gli interventi di alcuni aclisti. È stata presentata una ricerca sui giovani e il lavoro realizzata dall’Enaip sui suoi studenti che parte dalla provocazione “Se il lavoro fosse un animale…”. Tema centrale rimane la crisi economica ma gli interventi di alcuni aclisti (come Ferruccio Boffi, Acli Gallarate) hanno anche sottolineato l’importanza di coinvolgere maggiormente i giovani e le comunità presenti sul territorio e in rete.

Si è anche parlato di Malpensa, dei frontalieri (ne ha parlato il direttore del Patronato Marco Montalbetti) e della distanza tra la classe politica dirigente e la società civile (Mario Banfi). Nel pomeriggio di oggi sono in programma le votazioni per rinnovare gli organismi provinciali.

11 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi