Varese

Lettera al Prefetto contro le dimissioni in bianco

Una iniziativa di grande importanza, che punta a ripristinare condizioni di parità e di giustizia negate dal governo Berlusconi. Nel 2008 il governo del premier Pdl ha reintrodotto la norma chiamata “dimissioni in bianco”, una norma che permette alle aziende di “cacciare” la lavoratrice se rimane incinta. In che modo? Facendo firmare un foglio in bianco con il contratto di lavoro al momento dell’assunzione.

In occasione dell’8 marzo e della Festa della donna, il Coordinamento Donne di Cgil Cisl e Uil di Varese darà il via ad una campagna contro le dimissioni in bianco. Il Coordinamento ha preparato una Lettera al Prefetto di Varese Zanzi per sensibilizzarlo sul tema delle dimissioni in bianco e sull’appello nazionale del Gruppo “188 firme per il ripristino della legge 188” già consegnato al Presidente del Consiglio Mario Monti, ai Presidenti di Camera e Senato, nonché al Ministro de Lavoro, Elsa Fornero.

Nel corso del convegno “Quello che le donne dicono”, che si terrà il 9 marzo, dalle 9.30 alle 13.30, presso Villa Cagnola a Gazzada, sarà avviata la raccolta di firme per la sottoscrizione della lettera da inviare al Prefetto.

7 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi