Varese

Comi vince, non convince. Taldone strappa 11 dirigenti

Lara Comi, neo-coordinatrice del Pdl provinciale di Varese

E’ stato uno spoglio lungo e defatigante, partito alle ore 21 e terminato attorno a mezzanotte al De Filippi. E’ l’ultimo atto del primo congresso provinciale del Pdl di Varese, che assegna la vittoria a Lara Comi, eurodeputata, che diventa coordinatrice provinciale con il 62% dei consensi (1382 voti) contro il 37% ottenuto dall’avversario Giuseppe Taldone (819 voti). Una vittoria che porta alla Comi 19 dirigenti sui trenta del direttivo provinciale, mentre Taldone ne strappa 11.

Un successo commentato “a caldo” da Lara Comi. ”Sono soddisfatta per una vittoria che premia una squadra. Mi ha subito telefonato Berlusconi per congratularsi con me. Un congresso, quello che si è svolto a Varese, che certamente non è stato come quello della Lega”. Anche Taldone parla dei risultati. “La nostra compagine, data per “poco rappresentativa all’alba di oggi”, si scopre ora come quella più numerosa all’interno del PDL con una percentuale che non lascia spazio a interpretazioni. Oltre un militante su tre si riconosca nelle nostre istanze. Gli altri due terzi vanno spartiti tra quelle che ancora si vogliono chiamare correnti”.

Vittoria dunque alla Comi, che evidentemente ha vinto ma non convinto, con una campagna congressuale poco puntata sul territorio, e con continue puntate polemiche contro l’avversario. La componente di Taldone ha registrato un successo andato al di là delle più rosee previsioni, strappando 11 dirigenti e potendo così condizionare fortemente la nuova coordinatrice provinciale. Un risultato che avrà ricadute anche sulla politica cittadina, e sul congresso cittadino che entro maggio verrà celebrato a Varese.

5 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi