Busto Arsizio

L’Arma a Busto, un arresto e sette denunce

Nei primi giorni della settimana i militari della Compagnia Carabinieri di Busto Arsizio hanno intensificato i servizi di prevenzione impiegando più di cinquanta militari specificamente dedicati. L’attenzione è stata posta nel controllo dei soggetti sottoposti a misure alternative alla pena, ad esempio persone sottoposte ad arresti o detenzione domiciliare, alla circolazione stradale ed agli esercizi pubblici, tra cui bar, pub e ristoranti, nonché, stazioni ferroviarie, parchi pubblici e tutti i luoghi di possibile ritrovo di persone.

Le attività svolte hanno portato alla denuncia in stato di libertà di sette persone: a Cassano Magnago un quarantenne rumeno, già pregiudicato per reati contro il patrimonio, è stato deferito per possesso di grimaldelli ed oggetti atti allo scasso; sempre a Cassano Magnago è stato denunciato un italiano, incensurato, ventenne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti perché trovato con 30 gr. di marijuana; a Castellanza è stato denunciato un altro studente italiano di vent’anni, incensurato, perché trovato in possesso di circa 50 gr. di marijuana; a Lonate Pozzolo e Ferno, due persone sono state denunciate per guida in stato di ebbrezza alcolica e porto di oggetti atti ad offendere, poiché nelle loro auto sono stati rinvenuti dei bastoni in ferro, usati, a loro dire per difendersi in caso di aggressione; infine, un quarantenne è stato deferito per aver cercato di pagare il conto in un bar-tabaccheria con una banconota da cinquanta euro, risultata successivamente falsa.

Nel corso delle attività di contrasto al fenomeno dello spaccio sono stati segnalati all’autorità prefettizia quattro giovani, trovati in possesso di modiche quantità di hashish e cocaina.

I militari della Stazione CC di Fagnano Olona hanno tratto in arresto un italiano, quarantenne, già pregiudicato, in esecuzione ordinanza di custodia cautelare in carcere per un furto da lui commesso in un’abitazione della provincia di Novara qualche mese fa.

Infine, i militari della Stazione CC di Cassano Magnago hanno rinvenuto un autocarro risultato asportato qualche giorno prima a Samarate in un cantiere edile. A seguito del controllo si è accertato che a bordo del mezzo erano presenti alcune taniche piene di gasolio, per un totale di circa trecento litri; il carburante è risultato asportato, insieme ad a numerosi altri attrezzi e materiali da cantiere, la notte stessa in una ditta di Besnate. Il mezzo, gli attrezzi ed i materiali rivenuti sono stati riconsegnati ai legittimi proprietari.

Complessivamente sono state circa 200 le persone identificate e centocinquanta i mezzi controllati, quindici le contravvenzioni elevate per violazioni al Codice della Strada per quaranta punti patente sottratti.

2 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi