Varese

Mirabelli (Pd): non bonificato amianto all’ex macello

Il capogruppo Pd, Fabrizio Mirabelli

Eternit alla Schiranna, un problema che ha richiamato l’attenzione di media e opinione pubblica. Un ritrovamento che ha visto la mobilitazione del Comune, delle Gev, dei Vigili del fuoco, dell’Arpa.

Un fatto su cui interviene il capogruppo Pd, Fabrizio Mirabelli, che sottolinea come i responsabili siano stati individuati celermente e celermente saranno sanzionati e costretti ad occuparsi dello smaltimento (si tratta di una ditta di Parma).  “Per quanto ci riguarda – aggiunge Mirabelli - non abbiamo difficoltà a riconoscere alla Giunta Fontana il merito di questa efficienza”.

Ma il capogruppo del partito di Bersani riaccende i riflettori su un capitolo che si trova sul tavolo da molto tempo. “Bisogna sapere, tuttavia, che, nel territorio del Comune di Varese, esiste un’area comunale di 45.000 metri quadrati, quella dell’ex macello civico di piazzale Gigli, in cui, ormai da tempo, è stata individuata una grande quantità di eternit, ben superiore a quella che è possibile stipare in un bilico, che andrebbe bonificata”.

“Lo ha stabilito, più di un anno fa, peraltro all’unanimità, un’apposita Commissione consiliare – continua Mirabelli – in seguito alla perizia di una ditta specializzata la quale ha dimostrato scientificamente, come, in base al D.d.g. n.13237 della Regione Lombardia, il Comune di Varese fosse obbligato ad intervenire al più presto. Come mai, invece, in questo caso, la Giunta, nonostante parecchie nostre sollecitazioni, non ha ancora proceduto alla rimozione dell’eternit in questione? Perché, pur essendo stati redatti il progetto preliminare e quello esecutivo, propedeutici alla rimozione, non sono ancora stati stanziati i 320.000 euro necessari? La giusta volontà, manifestata dal Sindaco Fontana, di dare “un segnale preciso” a chi non ha a cuore l’ambiente, non sarebbe più credibile ed efficace se fosse il Comune, per primo, a dare l’esempio?”.

28 febbraio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi