Varese

Legambiente: da domani Varese fuorilegge per il Pm10

Un traguardo temuto è stato ora raggiunto: “siamo arrivati a 35. A fine febbraio appena, come nel 2011″. Duro intervento di Legambiente di Varese sulla situazione del pesante inquinamento dell’aria a Varese. E sul superamento dei limiti posti da Bruxelles.

Spiega Legambiente: “Trentacinque è il numero di giorni in un anno in cui l’Europa considera tollerabile il superamento della concentrazione di polveri sottili nell’aria. Un bonus che la città di Varese ha esaurito ieri, quando per il ventesimo giorno consecutivo, secondo i dati Arpa, il famigerato PM10 ha oltrepassato la soglia dei 50 microgrammi per metro cubo stabilita dalla normativa. Da domani siamo dunque fuorilegge”.

“La seconda domenica verde sembra essere arrivata in ritardo rispetto al problema dello smog – dichiara il circolo cittadino di Legambiente -. Apprezziamo però e sosteniamo l’iniziativa, perche è l’occasione per dimostrare che è possibile progettare in maniera diversa la città, in un modo più orientato alla qualità della vita, più a misura d’uomo.”

L’associazione ambientalista considera dunque positivo l’esito del blocco del traffico deciso dal Comune: “Crediamo si possa e si debba fare più spesso. E, soprattutto, auspichiamo sia un punto di partenza per ragionare sull’estensione permanente dell’area pedonale e su provvedimenti di limitazione del traffico che coinvolgano anche i giorni feriali, almeno nell’area centrale.”

“La lotta allo smog – conclude Legambiente – deve coinvolgere tutti i livelli: è chiaro che senza una politica regionale e sovraregionale non si ottengono risultati decisivi. Ma anche gli enti locali possono fare molto: su sistemi integrati di mobilità sostenibile, riqualificazione e risparmio energetico, controlli su caldaie e auto inquinanti, iniziative di sensibilizzazione ed informazione. Così come possono fare molto i cittadini, quotidianamente. Noi continueremo a sollecitare e proporre.”

26 febbraio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi