Politica

La Lega tace sulla prescrizione dell’ex alleato

L'ex premier Berlusconi

Nessun commento della Lega Nord sulla conclusione del processo Mills, certamente un occhio di riguardo nei confronti dell’ex alleato. La sconcertante sentenza ha ottenuto il silenzio assordante da parte del Carroccio. Nessuna voce dei dirgenti lumbard si è levata a commentare il fatto che, dopo 5 anni di dibattimento, Berlusconi è stato prosciolto a Milano per prescrizione. Un esito legato alla riduzione della stessa prescrizione introdotta da una legge, la ex Cirielli, che è stata sostenuta e votata dalla stessa Lega Nord in Parlamento.

Nel caso del processo Mills, dunque, si è scoperto chi è stato il corrotto (l’avvocato Mills), ma non il corruttore. I giudici non hanno ravvisato le condizioni per assolvere l’imputato perché, in quel caso, avrebbero dovuto farlo con la formula più favorevole. Il pubblico ministero aveva chiesto 5 anni di reclusione.

E’ la sestra volta che l’ex premier si salva grazie alla prescrizione. E certamente Berlusconi non sceglierà di non avvalersi della prescrizione. Un processo lungo e ricco di eccezioni e rinvii, ma che è stato decisamente condizionato da una legge “ad personam” approvata dallo stesso governo Berlusconi.

26 febbraio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “La Lega tace sulla prescrizione dell’ex alleato

  1. cittadinosuperpartes il 26 febbraio 2012, ore 18:16

    Viva la Repubblica fondata sull’inganno,sulla disuguaglianza fra i cittadini, sul contributo obbligatorio per i poveri, e volontario per i ricchi. Forse e’ arrivato il momento di adottare cio’ che successe in Francia a Luglio di tanti anni fa

Rispondi