Varese

Domenica verde in attesa di misure anti-smog

Un calesse trainato dal pony

La seconda domenica verde organizzata dal Comune di Varese scorre via liscia, tranne che per un inatteso e fastidioso vento che spazza piazze e strade del capoluogo. L’ampio cartellone di iniziative si dipana nel corso della giornata, con il cuore che batte certamente in piazza Monte Grappa.

Qui prendono posto i gazebo delle associazioni che hanno aderito alla manifestazione, come Legambiente, Fiab-Ciclocittà, Uisp e Protezione Civile di Cantello. E qui si approdano diverse attività che sono state programmate. Nel corso della mattina si conclude davanti all’abete una camminata  in città “Nordic Walking”, a cura della Uisp, una ventina di persone che, con le bacchette del trekking, al termine della passaggiata, fanno ginnastica.

Ma grande successo lo registrano anche le passeggiate sui pony che vengono proposte dal nucleo a cavallo della Protezione civile di Cantello, che con una carrozza e un calessino tirato da un pony portano bambini e famiglie dai Giardini Estensi a piazza Monte Grappa. Graditi anche il castello e lo scivolo gonfiabili che sono stati allestiti in via Volta.

Una giornata senza auto (e certamente meglio organizzata della prima domenica verde) che tuttavia appare ben poca cosa di fronte ai dati registrati dalla centralina Arpa di via Copelli, che per tutto il mese di febbraio registra continui sforamenti dei livelli consentiti di Pm10. Un problema che a Varese non è stato affrontato ancora seriamente, anche se i dati delle polveri sottili ci avvertono che siamo già in ritardo.

26 febbraio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi