Varese

Villaggio ottima guest star. A quando Dario Fo?

Paolo Villaggio-Pier Ugo Fantozzi

Indiscutibile special guest del Chiara sarà Paolo Villaggio. Un attore che, per tutti noi italiani medi, è molto più di un attore: è una maschera, la maschera di Fantozzi, che per la genialità potrebbe avvicinarsi addirittura alle maschere della nostra Commedia dell’Arte. Pochi sono riusciti, come Villaggio e come Sordi, a rappresentarci come siamo veramente: a volte cinici, a volte sprovveduti, ma anche, spesso, generosi ed ironici. Paolo Villaggio ricerverà il Premio Chiara alla carriera domenica 25 marzo, alle ore 15.30, presso il Teatro Sociale di Luino. Con lui ci sarà anche Massimo Cipollino Boldi, che giocherà in casa. E a condurre la manifestazione la bella e brava Claudia Donadoni che, oltre ad essere ottima presentatrice, è un’attrice di vaglia. Come è stato rivelato da Bambi Lazzati, Villaggio arriverà, parteciperà, ripartirà, senza concedersi troppo ai varesotti. Va bene lo stesso, resta un grande personaggio.  

Ieri alla presentazione del Premio Chiara, qualcuno ha domandato agli organizzatori del premio, cosa c’entrasse un attore e uno scrittore come Villaggio, con Piero Chiara e il premio a lui intitolato. “Villaggio è più vicino allo spirito della narratività di Chiara – ha risposto con intelligenza Romano Oldrini -. Premiamo il Villaggio scrittore, narratore di parole, ma anche di gesti”. Riduttivo, insomma, concepire solo il territorio e il radicamento in esso come condizione per ricevere il premio.

Resta un rammarico, che continueremo a riproporre. Nel palmares del Chiara alla carriera c’è una grande assenza: quella di Dario Fo. Sì, perchè nel suo caso c’è il radicamento territoriale (come lui stesso ha ricordato settimana scorsa al Teatro Apollonio, nella più totale assenza di sindaco e assessori), ma anche un virtuosismo di scrittura e artistico che meriterebbe di ricevere questo ricooscimento. Qualche tentativo, a quanto pare, fu fatto in passato con il Premio Nobel, ma senza risultato. Riprovateci, Amici di Chiara, senza badare troppo ai mal di pancia di qualche politico al potere.

24 febbraio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Villaggio ottima guest star. A quando Dario Fo?

  1. Mentino il 25 febbraio 2012, ore 15:17

    Caro Varesereport sei un po biricchino, cosi metti in difficoltà l’organizzazione del premio Chiara :-)
    Passi il Teatro che è indipendente, ma il Chiara vive grazie a PDL e LEGA che governano il territorio. E secondo te gli dicono di invitare Dario Fo?
    Dopo l’incidente dell’Apollonio su CL dubito che si rallegrino di tale proposta.
    Buona provocazione ma per raccoglierla ci vorrebbero spalle più che forti.

  2. Grinch il 26 febbraio 2012, ore 16:42

    Mi domando cosa c’entri Massimo Boldi con Piero Chiara e il Premio a lui dedicato, ma, come dice il commento precedente, occorre sottostare alle imposizioni politiche. E Lega e Pdl più che Boldi, tra le altre cose volgarissimo portabandiera dell’era berlusconiana, non potevano, a forza di veti, raccattare.

  3. urio il 27 febbraio 2012, ore 12:42

    esiste un bilancio del premio chiara? quanto costa in tutto? quanto va agli ospiti e quanto all’organizzazione? le spese quali sono?

Rispondi