Varese

Sodalitas, un ponte tra scuola e mondo del lavoro

La presentazione del bilancio delle attività di Sodalitas

Sono 24 i volontari di Sodalitas Varese, ex manager e professionisti che hanno deciso di mettere la loro esperienza professionale ed umana a servizio delle scuole e del mondo delle attività non profit. Una realtà importante, nata da Assolombarda e da altre realtà aziendali (85 i soci fondatori), che punta a realizzare un ponte tra mondo della scuola e quello del lavoro. Un impegno gratuito che, come dice il preside del Newton, Giuseppe Carcano, “impressiona sempre positicamente i ragazzi”.

Un’attività, quella di Sodalitas, che si è sviluppata ad ampio raggio anche nel 2011 e che oggi viene proposta presso la sede dell’Univa: 33 i progetti seguiti, 66 i partner coinvolti, tra cooperative sociali, consorzi, associazioni, enti pubblici, scuole. Come ricorda Carlo Manzoni, responsabile del gruppo varesino, affiancato da Silvio Faschi e Andrea Lettieri, “c’è un Progetto Imprenditorialità che si rivolge al non  profit, per dare competenze professionali al mondo del volontariato varesino, migliorandone l’efficienza, e c’è un’attività della fondazione che si è sviluppata in 9 istituti scolastici del territorio, dove sono stati portati avanti 24 progetti per un totale di 35 classi coinvolte e 712 studenti”.

Progetto di punta dell’attività di Sodalitas, illustrato da Natale Guffanti, certamente quello dal titolo Giovani & Impresa, iniziative nelle scuole “per colmare il gap tra mondo della scuola e mondo del lavoro”. L’intervento dei volontari nelle scuole si articola in due momenti successivi: prima viene proposta una panoramica sulla vita aziendale, e poi l’obiettivo si rivolge a tutti i problemi relativi al posto di lavoro, da come si costruisce un curriculum ai valori che contano nel mondo del lavoro. Al termine dei corsi, ai ragazzi che hanno almeno frequentato per 30 ore viene rilasciato un attestato di presenza, mentre solo ad alcuni, che si impongono con doti particolari, viene rilasciato anche un attestato di merito, che si traduce nell’apertura di rapporti con le aziende.  

Alla presentazione del bilancio di Sodalitas Varese erano presenti anche due dirigenti scolastici: Adriana Battaglia, dell’Istituto Don Milani di Tradate, e Giusepe Carcano, dell’Isis Newton di Varese, che hanno espresso il loro apprezzamento per l’opera dei volontari di Sodalitas, oltre all’auspicio che la collaborazione possa proseguire nel tempo.

22 febbraio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi