Regione

Cattaneo: Trenord va bene, ma deve migliorare

Questa mattina l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo è intervenuto durante la seduta della Commissione Territorio, guidata dal presidente di commissione Giorgio Pozzi, rispondendo ad alcune interrogazioni dei consiglieri regionali. Durante l’audizione l’assessore ha presentato dati e numeri del servizio ferroviario.

Da settembre 2009 ad aprile 2011, nei primi 30 mesi di gestione di Trenitalia-LeNord, prima, e Trenord, poi, i dati raccolti sono stati incoraggianti: meno treni con ritardi superiori ai 10 minuti (-18,9%), passati da 101 nel 2009 a 87 nel 2011, consistente riduzione delle soppressioni medie giornaliere (-34%), passate dalle 29 del 2009 alle 19 del 2011. “I risultati ottenuti fino qui – ha proseguito Cattaneo – non sono certo il punto di arrivo per Trenord, ma la partenza. Il servizio ferroviario negli  ultimi due anni è cresciuto del 25%: i treni sono infatti aumentati da 1800 a 2200 al giorno, con 580 nuove corse in 30 mesi e un aumento del volume dell’offerta dell’11%”.

Per fronteggiare gli effetti e i disservizi causati dall’eccezionale ondata di maltempo, Trenord e i gestori dell’infrastruttura hanno messo in campo consistenti azioni sul materiale rotabile e il potenziamento dell’informazione ai viaggiatori. In tutte le località di origine treno durante la notte sono state effettuate attività di preriscaldamento e preparazione treni con interventi straordinari che hanno visto la presenza, per esempio, dalle 22 alla 1 dalle 3 alle 6,30 della stazione di Cremona. “Abbiamo previsto – ha ricordato Cattaneo – che fossero presenti i capi-condotta nella stazioni di Piacenza dalle 4, e di Cremona dalle 5. I capitreno sono stati mandati nelle stazioni dalle 4,30.

Lo sconto previsto sugli abbonamenti per il mancato rispetto degli standard qualitativi scatta meno rispetto a prima nonostante le richieste siano diventate più severe: nel 2010 il bonus è scattato 95 volte con una soglia al 5,10%, nel 2011 il numero è sceso a 89, con una soglia più severa posta al 5%. “A dicembre – ha ricordato l’assessore – siamo passati da 24 linee che avevano diritto al bonus nel 2010 a 9 linee che lo hanno avuto nel 2011.

L’Assessore si è infine soffermato sulle performance della linea Milano-Cremona-Mantova, una delle direttrici che nelle ultime settimane, con l’arrivo della neve e del forte gelo, ha mostrato le maggiori criticità. Cattaneo ha illustrato i dati dell’andamento del servizio con una comparazione tra il 2010 e il 2011: la percentuale dei treni arrivati entro 5 minuti è aumentata da 89.38% del 2010 a 89.93% del 2011 e anche quelli dell’ora di punta arrivati entro 5 minuti sono cresciuti dal 75.92% del 2010 a 83.09% del 2011, con un miglioramento del 9%. I treni soppressi sono diminuiti del 25%: nel 2010 sulla linea sono sono stati soppressi 263 treni mentre nel 2011 sono 198. Anche i bonus, un indennizzo riservato agli abbonati e che scatta nel caso in cui si verifichi il superamento dello standard minimo di affidabilità del servizio, sono passati da 3 del 2010 ai 2 del 2011. “Con questo non vogliamo affermare che tutto va bene e che i disservizi non esistono, ma semplicemente dimostrare che un percorso di miglioramento concreto delle condizioni di viaggio dei pendolari è in atto. La neve e il gelo di questi giorni ha messo a dura prova le performance del servizio, che tuttavia ha retto in tutta la Lombardia, meglio che nelle altre regioni vicine”.

17 febbraio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Cattaneo: Trenord va bene, ma deve migliorare

  1. Alessandro il 19 febbraio 2012, ore 15:33

    Pobabilmente l’assessore Cattaneo ed i dirigenti Trenord dovrebbero aggiungere agli indicatori di qualità del servizio anche “PULIZIA”, “AFFOLLAMENTO” e “STATO DEI MATERIALI”. I treni rispetteranno anche gli orari…peccato che siano più affollati di un carro bestiame ed ugualmente sporchi. Meglio non affrontarte poi lo stato delle carrozze: bagni spesso fuori servizio, porte esterne che non si aprono, porte tra carrozze che non si chiudono, pannelli e sedili pieni di scritte e tagli.

    Affermare che Trenord fornisce un buon servizio solo perchè ci sono pochi ritardi è una buffonata. Che l’assessore Cattaneo ed i dirigenti dell’azienda provino a prendere i treni per un mese, mattina e sera. Ci dicano poi se la qualità del servizio è davvero così buona ed in miglioramento.

Rispondi