Varese

Cava ex Nidoli, il Comune fa pressing sul Pirellone

Domani il sindaco di Varese, Attilio Fontana, e l’assessore comunale alla Tutela Ambientale, Stefano Clerici, incontreranno l’assessore regionale Raimondi per fare pressione in favore della definitiva chiusura della Cava ex Nidoli. Palazzo Estense è contrario alla riapertura della Cava, una possibilità più che reale.

Una presa di posizione importante, quella che si sollecita da parte del Pirellone, soprattutto dopo la presa di posizione contraria alla riapertura da parte del Comune di Cantello, del Comune di Varese e della Provincia di Varese. Nel caso della città di Varese, proprio nell’area della cava ci sono le falde che alimentano l’acquedotto di Varese, acqua che risponde al fabbisogno del 50-60% dei varesini.

Ora è in vigore un parere sospensivo del Tar e la Regione deve decidere definitivamente. Nel caso la Regione non si allinei con la volontà unanime del territorio che si è dichiarato contro la riapertura della cava, allora sarà preparato a Palazzo Estense un ordine del giorno che sarà portato all’attenzione del Consiglio comunale.

7 febbraio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Cava ex Nidoli, il Comune fa pressing sul Pirellone

  1. cittadinosuperpartes il 7 febbraio 2012, ore 15:47

    Per la prima volta sento la necessita’ di sostenere l’assessore all’ambiente Clerici Finalmente si occupa di cose serie, e questa della cava e’ serissima per la cittadinanza varesina Vedra’ che con giuste battaglie in favore della qualita’ ambientale avra’ il gradimento anche di chi dissente sulla sua posizione politica. Un grande applauso va al nostro sindaco Attilio Fontana

Rispondi