Varese

Il Comune non ha arruolato spalatori. Marciapiedi in tilt

Uno dei cartelli sotto il portico delle Corti

Continua a cadere la neve su Varese, una nevicata di cui i pedoni sono le vere vittime. Tante le strade innevate, che sono state sgomberate. Non altrettanto si può dire per i marciapiedi, su cui era stato sparso il sale, poi coperto dalla neve e ora impraticabili e scivolosi.

In molti casi, dove la neve si è sciolta o è diventata poltiglia, per le basse temperature sta ghiacciando e questo rende ancora più problematico il passaggio dei pedoni. Per non parlare delle numerose grate che ci sono in tutta la città, scivolosissime e pericolose.

A quest’ultimo proposito, c’è anche chi si è arrangiato e ha voluto allertare gli altri passanti: è il caso del doppio cartello che è apparso questa mattina sotto i portici del Centro le Corti, dove c’è stato chi ha affisso un doppio cartello per allertare i passanti a proposito delle grate-killer.

Ma il vero problema è che il Comune di Varese quest’anno non ha arruolato spalatori avventizi, come negli altri anni. Una scelta di risparmio che risulta alquanto discutibile. Per giunta, per tutta la mattina non si sono neppure visti per strada gli spalatori delle ditte che hanno vinto l’appalto per la pulizia. Come ammette l’assessore ai Lavori Pubblici, Baroni, solo questa mattina sono state organizzate le uscite degli operai di queste ditte per la pulizia dei marciapiedi, quelle contemplate nel Piano neve del Comune. 

Il Comune ha sottovalutato l’importanza di un intervento tempestivo sui marciapiedi, puntando esclusivamente alla pulizia delle strade. Molti i marciapiedi a rischio: da piazza Repubblica, dove i passaggi per i pedoni sono ingombri di neve e ghiacchiati, a via Dandolo, a viale XXV Aprile, solo per fare alcuni esempi.

2 febbraio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Il Comune non ha arruolato spalatori. Marciapiedi in tilt

  1. abramo il 2 febbraio 2012, ore 16:05

    ma sto governo cittadino che nulla fa, quando fa, fa pasticci!

Rispondi