Varese

Piazza Carducci off limits per la gru di Caravati

La mastodontica gru in piazza Carducci

Sconcertante cantiere in piazza Carducci a Varese. Dalle prime ore di questa mattina, nella piccola piazza al termine di Corso Matteotti, dunque nel cuore del salotto buono della città, è stata collocata una mastodontica gru che, di fatto, occupa l’intera piazza. Già nei giorni scorsi si sono levate proteste da parte dei commercianti della piazza, dato che la gru impedisce il passaggio di auto e di pedoni. Ma vista dal vivo la struttura è davvero impressionante e non mancherà di sollevare critiche.

Certo, nulla di irregolare. Esiste anzi un’ordinanza emessa dalla Polizia locale che chiarisce che si tratta di un cantiere realizzato dall’impresa di costruzioni di Augusto Caravati. Per rendere possibile il cantiere, tuttavia, si è dovuto emettere una disposizione che impone la chiusura al traffico veicolare dalle 6.30 alle 20.30 per i giorni 1 e 2 febbraio. Il Comune, dunque, ha autorizzato un cantiere talmente invasivo che è stato costretto a chiudere la piazza alle auto e a tenere aperto un corridoio di sicurezza che collega via Albuzzi e via San Martino.

Una scelta che desta parecchie perplessità. Di fatto qui si è deciso di accendere il semaforo verde per un’impresa e accendere quello rosso per cittadini e commercianti, dato che il cantiere mette off-limits la piazza. Ed è la seconda volta che accade nel giro di due anni. Il Comune ha perso un’occasione per valutare con più attenzione gli interessi in gioco, studiando una soluzione meno invasiva di quella autorizzata. Ma è chiaro che a Varese è il mattone che decide.

1 febbraio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Piazza Carducci off limits per la gru di Caravati

  1. abramo il 1 febbraio 2012, ore 18:04

    18 aprile 2011
    “Piazza Carducci e via Cattaneo rappresentano il centro nevralgico del cuore cittadino – spiega Giossi – dove gravitano gli interessi sociali dei cittadini e di tutti coloro che amano frequentare il centro. E’ fondamentale che la piazza e la via siano libere e a disposizione di tutti, quindi ogni opera edilizia che si intende intraprendere deve tenere conto di non sopprimere mai questa libertà. Bisogna anche tener conto che, con la bella stagione alle porte, piazza Carducci diventerà, ancor di più, luogo d’incontro per tanti giovani varesini. E dato che uno dei punti principali del mio programma riguarda proprio lo svago e il tempo libero, posso solo aggiungere: Enjoy Varese”. (Montalbetti)

  2. Gregor Samsa il 2 febbraio 2012, ore 11:01

    dopo l’orribile restyling del sottotetto, cos’altro ci deturperà?

Rispondi