Regione

Pd: gli abbonamenti Trenord non si fanno on line

Pessima la performance dei treni lombardi denunciata quotidianamente dai pendolari, rimarca il gruppo Pd in Regione. Un giudizio che si fonda sui dati relativi al mese di novembre, pubblicati sul sito del Pirellone. Secondo le cifre rese note, le linee incriminate, che hanno indice di affidabilità superiore a 5,10 (funziona al contrario, più alto è il valore meno affidabile è la linea), sono in totale 19 su 26: Milano-Domodossola 5,31%,  Milano-Gallarate-Varese 7%, Gallarate-Luino      6,24%, Colico-Chiavenna 7,95%, Como-Molteno-Lecco 7,80%, Lecco-Bergamo-Brescia 6,23%, Milano-Carnate-Bergamo 5,06%, Cremona-Treviglio 5,12%, Brescia-Cremona 5,81%, Milano-Codogno-Cremona-Mantova 6,81%, Milano-Codogno-Piacenza 6,29%, Milano-Pavia-Voghera 5,36%, Milano-Pavia-Stradella 6,07%, Pavia-Codogno 5,29%, Milano-Mortara-Alessandria 6,96%, Alessandria-Mortara-Novara-Luino 16,93%, Alessandria-Pavia 5,51%, Vercelli-Pavia 5,68%, Voghera-Broni-Piacenza 6,13%.

Una situazione su cui intervengono i consiglieri regionali Pd, Stefano Tosi e Agostino Alloni: “I dati parlano chiaro e sintetizzano in cifre le giuste lamentele dei pendolari. La situazione è davvero molto critica e se si guardano i dati relativi allo scorso anno non è stato fatto nessun passo avanti. Se si prende infatti il dato del solo mese di novembre, ci si rende conto che nel 2010 le tratte sotto la sufficienza erano15, nel 2011 ben 19. Inoltre se si confronta il numero di bonus emessi negli ultimi due anni da gennaio a novembre, nel 2010 sono stati 72, 78 nel 2011. I miglioramenti sbandierati dalla Regione, ad oggi, sono solo promesse a vuoto”.

Altro tasto dolente riguarda specificatamente il bonus, uno sconto pari al 20% sull’abbonamento mensile di febbraio, e la modalità per ottenerlo per via telematica, al momento non fruibile dal sito di Trenord. “Attraverso un’interrogazione scritta – spiegano i due consiglieri – il Pd aveva chiesto ben un anno fa all’assessore Cattaneo di spiegare il motivo per cui il sistema di bigliettazione via Internet non riconoscesse il bonus ai pendolari che ne hanno diritto. Nella risposta, arrivata il 12 gennaio, l’assessore ha ammesso di aver sollecitato Trenord a prevedere tale modalità di acquisto e di impegnarsi a introdurre dei nuovi sistemi di vendita degli abbonamenti on line in modo da consentire l’acquisto di abbonamento con bonus. Bene, ad oggi sappiamo che solo i viaggiatori della linea S4 (Milano Cadorna-Camnago) potranno beneficiare da domani di quello che al momento attuale sembra essere un vero e proprio lusso. E tutti gli altri pendolari? Che senso ha far partire l’acquisto online degli abbonamenti, per una sola linea? Ci saremmo aspettati la messa aregime di tutti gli abbonamenti per tutte le linee, con la possibilità diacquistarli con i relativi bonus. Ci auguriamo che la Regione e Trenord rimedino a queste gravi insufficienze al più presto”.

31 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi