Varese

La Varese nerazzurra tifa Facchetti in libreria

Gianfelice Facchetti alla Libreria del Corso

Pubblico delle grandi occasioni, questa sera, alla Libreria del Corso di Varese. Un pubblico di appassionati lettori, ma anche di fans interisti. Tanta attesa per l’arrivo di Gianfelice Facchetti, attore e drammaturgo, autore di piéce teatrali memorabili. Era a Varese per il giro promozionale del bel libro, pubblicato da Longanesi, che ricorda Giacinto Facchetti, il grande campione dell’Inter e della Nazionale, che rivive nelle pagine presentate dall’autore. 

Il titolo del volume “Sennò che gente saremmo” è ricavato da un bellissimo libro di Giovanni Arpino, “Azzurro tenebra”: “Nella vita si dice una cosa ed è quella. Sennò che gente saremmo”. Una frase che la dice lunga sul codice d’onore del campione interista. Nel volume, il figlio percorre un viaggio nel rapporto, non sempre scorrevole e sereno, tra un padre e un figlio, tra un uomo che affida i valori più ai comportamenti che alle parole e un ragazzo che cerca la sua strada portando con orgoglio quel cognome famoso.

Ricordi diretti, testimonianze, aneddoti, piccoli o grandi segreti, l’affetto di tanti sportivi, variegato il contenuto del libro di cui ha parlato Facchetti junior a Varese, ben amplificato anche al di fuori della libreria. E attorno a lui si è stretto l’affetto di tanti tifosi nerazzurri, che non si sono lasciati scappare l’opportunità di uno scatto e di una bella dedica con sotto quel cognome che suscita la nostalgia per quando il calcio era una faccenda da campioni veri.

31 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi