Saronno

Maxi-rissa, l’Arma arresta quattro stranieri

Nella notte del 27 gennaio scorso, verso le ore 2.30 circa, tre persone di nazionalità marocchina, un 30enne, un 26enne ed un 17enne, parenti tra loro, residenti a Gerenzano (VA) e Turate (CO), e due fratelli di origine equadoregna, un 20enne ed un 17enne di Castiglione Olona, sono saliti a bordo dell’autobus delle Ferrovie Nord diretto a Varese. Nei pressi di Corso Italia, durante una prevista fermata, durante la quale i cittadini magrebini maggiorenni erano scesi per fumare una sigaretta, il minorenne di origine sudamericana si è avvicinato al 17enne magrebino, e dopo averlo più volte spintonato, ha cercato di rapinarlo dei soldi e del telefonino cellulare.

Accortisi di quanto stava accadendo i parenti della vittima sono risaliti velocemente a bordo dando origine ad una violenta rissa che ha visto come protagonisti oltre a loro due anche i fratelli sudamericani. La rissa ha avuto termine solo grazie al tempestivo e risolutivo intervento del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Saronno, allertati dal conducente dell’autobus.

Nel corso della colluttazione il 30enne marocchino è stato ferito dal minore sudamericano al braccio sinistro con una mannaia da macellaio, recuperata e sottoposta a sequestro. Il ferito è stato trasportato presso l’ospedale di Saronno dove i medici gli hanno riscontrato una vasta ferita al braccio sinistro, giudicata guaribile in 15 gg, applicandogli alcuni punti di sutura, dimettendolo.

Gli arrestati maggiorenni si trovano ristretti presso la casa circondariale di Busto Arsizio (VA) mentre il minore è stato tradotto presso il centro di prima accoglienza minorile C. Beccaria di Milano, a disposizione delle competenti Autorità Giudiziarie ed in attesa dell’interrogatorio di garanzia da parte del G.I.P..

28 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi