Varese

A Varese in viaggio con il treno della memoria

La manifestazione a Filmastudio 90

Il racconto di un’esperienza fatta in prima persona, “In viaggio con il treno della memoria”, presentata alle scuole, due volte, questa mattina, presso la Sala Macchi di Filmstudio 90. Ci hanno pensato Massimo Ceriani, Ierina Diabalà e Lucia Alagna a raccontare l’iniziativa che da anni viene organizzata per dare la possibilità a studenti ed esponenti di associazioni di recarsi nei luoghi della Shoah con un un treno che parte dal binario 21 della Stazione Centrale di Milano, luogo di partenza degli ebrei milanesi destinati ad essere sterminati, e giunge fino al campo di Auschwitz Birkenau.

Questa mattina le immagini scorrevano sullo schermo, mentre i tre protagonisti hanno alternato impressioni personali, notizie storiche, citazioni di autori come Weiss e Primo Levi, insomma, un vero e proprio diario di un viaggio nel cuore della follia nazifascista. Immagini dei luoghi che, ancora oggi, conservano impressi l’orrore delle vittime detenute, sottoposte ad ogni privazione e ad ogni angheria, sterminate dentro le camere a gas.

Un racconto seguito con attenzione e stupore dagli studenti presenti nella sala di Filmstudio. Un’occasione per offrire informazioni e riflessioni che certamente possono essere occasione di ulteriori approfondimenti tra i banchi di scuola.

26 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “A Varese in viaggio con il treno della memoria

  1. cittadinosuperpartes il 27 gennaio 2012, ore 15:46

    Nella giornata del ricordo,perche’ tutti sappiano ,che quello che e’ accaduto, non accada mai piu’.Non e’ il lavoro che rende liberi “Ma il sapere che rende liberi” E vedere che nel parco di un liceo culla del sapere, si intitola ad un fascista che ha condiviso le leggi razziali un parco non puo’ che lascarci sgomenti!

Rispondi