Sport

Con la mosca o sul lago, i varesini lo fanno meglio

Galli insieme ai campioni pescatori

Una bella notizia: i varesini sono ottimi pescatori. Lo confermano quattro simpatici ragazzi che, come dicono loro, “ogni domenica dell’anno, tranne rare eccezioni, si va a pescare”. Questa mattina, nell’ufficio del presidente della Provincia, Dario Galli, sono stati premiati con una targa dei veri recordmen che risiedono sul nostro territorio, e che si sono segnalati in gare di livello mondiale. Come ha ricordato Galli, “un nazionale su quattro, per quanto riguarda la pesca, proviene dalla nostra provincia”. E, come dice il presidente, portano il nome del nostro territorio in giro per il mondo.

Non sono professionisti, ma persone normali che lavorano e si dedicano, spesso da anni, alla pesca. Ad accompagnarli alla premiazione erano presenti Giuseppe Zignani, presidente Federazione pesca di Varese, e Franco Bertoni, vicepresidente.

I super-pescatori si sono imposti in discipline diverse: Michele Fucarino, da Somma Lombardo, a Tenerife ha stabilito il record mondiale nella pesca subacqua. Due i campioni che si sono imposti nella pesca della trota al Campionato mondiale di Perugia, primo classificato Maurizio Monaco da Mornago (ha pescato 56 trote in 90 minuti, trote poi restituite alle acque del lago) e terzo classificato Luca Mininni, da Brebbia, che i suoi amici hanno battezzato, per la sua vincente estrosità, “il matto”. E poi c’è Luca Papandrea, da Cassano Magnago, che ha conquistato il gradino più alto del podio ai Mondiali di pesca con la mosca di Bolzano.

24 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Con la mosca o sul lago, i varesini lo fanno meglio

  1. ALBERTO ZAMBON il 7 febbraio 2012, ore 19:43

    COMPLIMENTI RAGAZZI ANDATE ANCORA PIU’ FORTE.
    CIAO
    ALBERTO ZAMBON

Rispondi