Regione

Arresti per Ponzoni, perde pezzi il Pdl al Pirellone

Il consigliere regionale Pdl Massimo Ponzoni

Ancora una volta Pirellone nel mirino della giustizia. Su Massimo Ponzoni, consigliere regionale Pdl della Regione Lombardia e segretario dell’Ufficio di Presidenza, da stamane pende un provvedimento restrittivo in carcere. I militari della Guardia di Finanza, nell’ambito di una indagine coordinata dalla Procura di Monza, hanno dato esecuzione alle altre ordinanze di custodia cautelare nei confronti di Antonino Brambilla, vice presidente e assessore della Provincia di Monza e Brianza, già assessore all’urbanistica di Desio; l’imprenditore bergamasco Filippo Duzioni; Rosario Perri già assessore della provincia di Monza e Brianza, oltre ad essere dirigente del settore tecnico del comune di Desio ora agli arresti domiciliari e Franco Riva, commercialista di Cesano Maderno, già sindaco e assessore all’urbanistica del comune di Giussano anche lui ai domiciliari.

L’indagine, iniziata alla fine del 2009, si è sviluppata su due fronti investigativi: reati contro il patrimonio (appropriazione indebita sfociata anche in ipotesi di bancarotta fraudolenta) e finanziamento illecito a esponenti politici. Ponzoni è il terzo politico del Pdl arrestato in Regione nel giro di poco più di due anni: nel dicembre 2009, l’allora assessore Pier Gianni Propserini era stato clamorosamente arrestato durante una diretta tv per corruzione e turbativa d’asta, patteggiando poi una condanna a tre anni e 5 mesi; allo stesso Prosperini era poi stato notificato, mentre già si trovava ai domiciliari, un altro ordine d’arresto nel luglio 2011 per una tangente da 10mila euro presa per favorire un’azienda valtellinese nella costruzione di stand per la Bit, la Fiera del turismo. 

Poi è stato il turno di Nicoli Cristiani, che lo scorso 30 novembre finì in carcere. Vicepresidente del Consiglio regionale (ed ex assessore pure lui) Franco Nicoli Cristiani, finì nel mirino dei magistrati per una presunta tangente da 100mila euro per ammorbidire i controlli sullo smaltimento di rifiuti nocivi nei cantieri d’ell’autostrada Brebemi.

16 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi