Varese

Summit dei sindaci lumbard nella sede del Carroccio

Riunione questa mattina alla sede del Carroccio di Varese

Dopo le novità di ieri, con scomunica di Maroni rientrata in serata, questa mattina summit presso la sezione cittadina della Lega Nord di Varese. Un momento di confronto dei militanti, ma soprattutto dei sindaci lumbard. Tra gli argimenti all’ordine del giorno, i fatti delle ultime ore e, soprattutto, l’iniziativa di mercoledì con l’ex ministro degli Interni, lanciata come guanto di sfida dal Carroccio di Varese al vertice bossiano.

Presenti nella sede di piazza Podestà alcuni sindaci della Lega Nord: il sindaco di Varese, Attilio Fontana, il sindaco di Tradate ed ex segretario provinciale, Stefano Candiani, il sindaco di Caronno Varesino, Mario De Micheli, il sindaco di Sesto Calende, Marco Colombo, il sindaco di Gazzada, Cristina Bertuletti, il sindaco di Samarate, Leonardo Tarantino. Non mancavano neppure assessori varesini, come Sergio Ghiringhelli. Non era invece presente l’ex ministro Maroni.

Un summit all’indomani delle forti tensioni che hanno investito ieri il partito del Senatur, e che hanno fatto registrare uno scontro aperto tra Bossi e l’ex ministro Maroni, che a Varese, come è risaputo, gode di un larghissimo appoggio sopratutto tra gli amministratori locali.

Da alcune indiscrezioni, si è saputo che l’assemblea leghista con la partecipazione di Maroni in programma per mercoledì prossimo a Varese sta ricevendo tante adesioni e consensi nel popolo del Carroccio che il Teatro Santuccio, dove avrebbe dovuto svolgersi, appare insufficiente ad ospitare i partecipanti. L’assemblea potrebbe così trasferirsi all’aperto, magari proprio davanti al Santuccio, in via Sacco. Annunciata una folta presenza di rappresentanti dei media.

15 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi