Varese

Pd: reale il rischio-paralisi se non approvato Pgt

La conferenza stampa del Pd a Palazzo Estense

Pd varesino ancora all’attacco dell’assessore Binelli e della maggioranza a Varese sul fronte-Pgt. Procedure, tempi, adempimenti del Piano di governo del territorio, il Pd fa due più due. E trae le preoccupate conclusioni. “Abbiamo la fondata certezza che non si riuscirà ad approvare il Pgt entro il 31-12-2012″, dice il consigliere Pd, Andrea Civati, il firmatario della mozione che ha dato fuoco alle polveri, portando il mondo politico cittadino a riaprire il capitolo quasi chiuso o, sennò, praticamente passato sotto silenzio. Se avesse ragione Civati, cosa accadrebbe? “Dal 1° gennaio 2013 – risponde Civati – saremo alla paralisi: nessun permesso, nessun atto potrà più essere rilasciato”.

Insomma un fondato rischio-paralisi. Un allarme che il Pd lancia in vista della seduta del Consiglio comunale che il 19 gennaio si occuperà anche della questione. “Non sarà una seduta tutta dedicata al Pgt, come noi avevamo richiesto – spiega il capogruppo Pd, Fabrizio Mirabelli -, anzi le due mozioni, la nostra e quella targata Pdl, arriveranno ad essere considerate a fine seduta”. Mirabelli si azzarda a fare qualche valutazione e pensa che non prima delle 23 si arriverà a prendere in considerazione il problema del Pgt. A quel punto, il Pd non esclude che possano esserci anche colpi di scena in aula. “Per noi resta importante che si stabiliscano tempi certi e ci si rivsegli dal legtargo”, conclude Mirabelli.

Da parte di Luisa Oprandi ed Emilio Corbetta, consiglieri Pd,  la richiesta di un forte coinvolgimento di tutta la società, mentre il segretario cittadino Pd Roberto Molinari lo dice a chiare lettere: grazie al Pd la questione è tornata all’ordine del giorno, costringendo a mettere nero su bianco le scadenze precise che il Piano richiede.

15 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Pd: reale il rischio-paralisi se non approvato Pgt

  1. roberto feraboli il 15 gennaio 2012, ore 16:56

    Sarebbe molto grave per l’economia,per le attività produttive,per quelle commerciali,ma anche per il Terzo Settore e la società civile nel suo complesso,se la città di Varese,non venisse dotata in tempi rapidi del PGT,condiviso da tutte le forze politiche, presenti in Consiglio Comunale.

Rispondi