Cultura

Morto Fruttero, ebbe il Premio Chiara alla carriera

Carlo Fruttero

Ci mancherà la sua eleganza ed ironia. E’ scomparso, all’età di 85 anni, nella sua casa di Castiglione della Pescaia, lo scrittore Carlo Fruttero. Lo scrittore era nato a Torino il 19 settembre del 1926. E’ stato in coppia, per anni, con Franco Lucentini, dando vita  ad un eccezionale sodalizio noto anche come Fruttero & Lucentini, F&L. 

I due scrittori, dal 1961 al 1986, hanno diretto la collana di fantascienza Urania per Mondadori. Capolavoro della “Ditta”, come simpaticamente era stata soprannominata la coppia di romanzieri, “La donna della domenica” (1972), un campione di vendite che fu poi tradotto per il grande schermo da Luigi Comencini. 

Dopo la morte di Lucentini, nel 2002, Fruttero ha smesso di scrivere per un po’. Quattro anni dopo la morte dell’amico, ha pubblicato per Mondadori “Donne informate sui fatti”, che arrivò in finale al Premio Campiello 2007. Nel 2010 uscì da Mondadori “Mutandine di chiffon”, una raccolta di scritti d’occasione. Sempre nel 2010, pubblicò, insieme a Massimo Gramellini, “La Patria, bene o male” (Mondadori).

Nel 2007 gli viene assegnato il Premio Chiara alla carriera, nel 2010 è il primo vincitore del Campiello alla carriera.

15 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Morto Fruttero, ebbe il Premio Chiara alla carriera

  1. Patrizia Emilitri via Facebook il 15 gennaio 2012, ore 21:52

    un altro grande scrittore se n’è andato, mi mancherà.

  2. bruno belli il 16 gennaio 2012, ore 13:01

    Conobbi personalmente Fruttero, molti anni orsono, ad una rappresentazione poco più che amatoriale de “La morte di Cicerone”, partorita dal duo Fruttero – Lucentini. Lo ricordo: un vero Signore, un artista schietto ed elegante nel suo “non far pesare” le doti che possedeva. Anche, e soprattutto, in questo un uomo realmente “di cultura”.

  3. ombretta diaferia il 19 gennaio 2012, ore 11:36

    quanto ci portarono fortuna quei “ferri del mestiere”… buon viaggio maestro di scrittura

Rispondi