Politica

Maroni da Fazio: la Lega deve fare subito i congressi

L'ex ministro Roberto Maroni alla trasmissione di Fazio

Dopo il duro scontro degli ultimi giorni con Bossi, l’ex ministro degli Interni, Roberto Maroni, è stato ospite questa sera della trasmissione di Fabio Fazio, “Che tempo che fa” in onda su Rai 3. Il protagonista dello scontro dentro la Lega, è stato intervistato dal conduttore: “Non è la prima volta che succede – ha detto Maroni a proposito della sanzione che lo aveva colpito -, una vera e propria fatwa, ma ora spero che sia finita”.

Un Maroni tranquillo, anche se visibilmente amareggiato per le vicende degli ultimi giorni. “Mi è arrivata una telefonata in cui mi si proibiva di incontrare il popolo della Lega. Cosa dovevo fare? Dovevo andare a pescare?”. Maroni ha raccontato della forte reazione della base. “Centinaia di inviti mi sono stati fatti, sono stato raggiunto da grande affetto, una reazione che ha dimostrato quanto sia grande l’affetto nella Lega verso di me. Una reazione che ha indotto Bossi a ritirare una sanzione ingiusta”.

Maroni ha svelato i retroscena della telefonata ricevuta da Bossi: “Bossi mi ha detto che non sapeva questa cosa. Ma su questo sono stati postati 500 messaggi sulla pagina di Facebook”. Maroni si è poi dichiarato d’accordo con la richiesta dei congressi che arriva dalla base. “Il congresso federale non c’è da dieci anni – ha detto Maroni -, la Lega è un partito democratico, che fa i congressi ed elegge i suoi rappresentanti”. A Fazio che, riferendosi al congresso di Varese, gli ha detto “ci sono congressi che eleggono anche per acclamazione”, Maroni ha risposto: “Nessuno è perfetto”.

Quanto alle prossime elezioni amministrative e il rapporto con il Pdl, Maroni ha dichiarato: “Sarebbe innaturale, al momento delle elezioni amministrative, fare alleanze qui e stare sul fronte opposto a Roma. Andremo da soli, ma esprimo un’opinione personale, da deputato Maroni”.

Parteciperà alla manifestazione di Milano? Interverrà dal palco? “La Lega è la mia casa – risponde l’ex ministro degli Interni -. Sarò alla manifestazione di Milano, e spero di potere prendere la parola”.

15 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi