Varese

Ricordando Maconi, un film e un reading al Santuccio

Il poeta Mauro Maconi

Tanti a Varese non dimenticano Mauro Maconi, un grande poeta prematuramente scomparso nel 2001. E dopo l’iniziativa, molto “politically correct”, che a Varese celebrò i dieci anni dalla morte con la ripubblicazione e presentazione dei versi di Maconi, alla presenza di Giuseppe Bonomi, presidente di Sea, ora si sta preparando una nuova iniziativa per ricordare e, forse, riscoprire il poeta varesino.

“Mauro Maconi, l’uomo e il poeta” è l’iniziativa più informale che un gruppo di amici di Maconi sta preparando. A tirare le fila dell’evento l’amico Dino Azzalin, poeta ed editore, insieme ad altri amici ed estimatori di Maconi. Un’iniziativa che dovrebbe svolgersi presso il Teatrino Santuccio in data da stabilire (potrebbe essere scelto il 17 aprile, la data della morte del poeta). Al centro della serata, un documentario dedicato alla figura dell’uomo e del poeta Mauro Maconi, realizzato da Renzo Carnio che, con grande passione e determinazione, ha registrato le testimonianze e i ricordi dei tanti che furono vicini a Maconi. Nel film che dura circa un’ora, si possono ascoltare le testimonianze del professor Raimondo Malgaroli, della professoressa Anna Bonomi, la riflessione del poeta e critico Fabio Scotto, oltre ad una serie di letture di versi del poeta, che vedono impegnati, tra gli altri, Silvio Raffo, Dino Azzalin, Xania Luce, Stefania Cadario, Silvia Ambrosetti.

La serata in via di organizzazione prevede nel suo programma la visione del film e la lettura di poesie di Maconi. Una serata di versi e di ricordi di personaggi della cultura, della poesia e dello sport che ricorderanno il poeta e l’uomo che hanno conosciuto negli anni della sua vita ttascorsa a Varese. Una vita troppo breve, ma certamente ricca di passione culturale e impegno civile.

11 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi