Lettere

Le Gev e Clerici

A proposito delle Guardie ecologiche volontarie del Comune di Varese, trovo innanzitutto doveroso ribadire la stima e l’apprezzamento per il meritorio servizio che esse svolgono per la Città Giardino, andando a coprire spazi di intervento che rimarrebbero altrimenti in gran parte scoperti. Chiunque abbia avuto a che fare con loro si è presto reso conto dell’impegno che i volontari impiegano nel loro operato.

Personalmente ho imparato a conoscerli da Consigliere della Circoscrizione 5 e ho continuato da Consigliere comunale trovandomi sempre di fronte a persone competenti e desiderose di svolgere un servizio per la comunità e, soprattutto, per l’ambiente, troppo spesso trascurato dalle altre forze dell’ordine impegnate nelle attività più diverse.

Un lavoro, il loro, che non occorre ulteriormente illustrare e che solo in parte è riconducibile alla cifra, pur significativa, di euro 50.398,77, ovvero quanto l’operato delle Gev ha portato nelle casse del Comune di Varese nel solo 2011.

Spiace, a fronte di tanto impegno, vedere quale atteggiamento è stato assunto dal neo assessore alla Tutela ambientale Stefano Clerici. In pochi mesi si è infatti assistito dapprima a dichiarazioni quanto meno avventate che hanno rischiato di far apparire il servizio prestato dalle Gev quasi come un peso per l’Amministrazione anziché come una risorsa, quindi alla sospensione del servizio per il periodo estivo, infine al taglio dei rimborsi che, ricordiamo, erano perfettamente in linea con quanto percepito dai dipendenti comunali.

Tale comportamento rischia di scoraggiare chi già presta servizio in città, allontanare chi fosse interessato a prendervi parte ed alimentare inutili tensioni con il rischio, per la città e noi tutti, di perdere un servizio fondamentale creatosi e sviluppatosi grazie anche alla capacità e all’esperienza di chi oggi viene invitato a “rassegnare le dimissioni” e “accasarsi presso un altro ente”.

Toni di questo tipo non possono certo aiutare e l’auspicio, già per altro da me sollevato nell’ultima seduta del Consiglio comunale nella totale indifferenza della maggioranza, è che vengano abbandonati quanto prima per il bene della città.

Luca Conte

Consigliere Pd Comune di Varese

11 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi