Varese

Con Raffo in noir i Pomeriggi partono col botto

La Bottini e Silvio Raffo nello spettacolo "Pas de deux"

Parte col botto la settima edizione dei “Pomeriggi Teatrali”, dato che l’esordio è affidato ad un personaggio poliedrico e geniale come Silvio Raffo. Sarà infatti lui, con il suo spettacolo “Pas de deux, incubo in azzurro e nero”, in programma al Teatro Apollonio, domenica 15 gennaio, alle ore 16.30, a dare avvio alla rassegna promossa, ancora una volta, dal Circolo Endas Severo Piatti, presieduto da Carlo Mansueti, in collaborazione con il Comune di Varese e con la direzione artistica di Paolo Franzato.

Ottima scelta, quella dell’Endas, di aprire con lo spettacolo scritto, interpretato e diretto sulla scena dal poeta e critico Silvio Raffo, che duetterà con la stupenda Silvia Bottini, una delle grandi attrici (poche, per la verità) che agiscono anche sul nostro territorio. Se Arbasino parlava, a proposito di avanguardistici autori, di “nipotini dell’ingegner Gadda”, nel caso del Raffo scrittore e autore di teatro si potrebbe parlare di “nipotini del regista Hitchcock”. “Un dramma psichico, con una bella dose di giallo”, è la descrizione un po’ beffarda del lavoro fatta dallo stesso Raffo, che per questo “Pas de deux” ha ricevuto il prestigioso Premio Jean Vigo. Sul palco dell’Apollonio, anche il bravo Stefano Annoni e Manuela Contato.

Della rassegna teatrale Endas fanno parte anche altri spettacoli, che questa mattina hanno ricevuto l’elogio dell’assessore alla Cultura del Comune, Simone Longhini. La brava regista e docente Anna Bonomi proporrà, sempre all’Apollonio, domenica 5 febbraio, alle ore 16.30, un testo davvero splendido di una splendida autrice italiana, “Ti ho sposato per allegria” di Natalia Ginzburg. Uno spettacolo che va in scena sotto l’egida della scuola teatrale, diretta dalla Bonomi, “Città di Varese”, insieme all’Accademia Franzato e al Gruppo teatrale Auser.

Altro asso nella manica del teatro varesino (e di tutta la rassegna targata Endas) la brava e bella Silvia Sartorio, che con la sua Associazione Compagnia Duse, accanto all’Accademia Franzato e alla scuola “Città di Varese”, propone, domenica  11 marzo, alle 16.30, un autore spesso dimenticato, ma che è stato un vero genio della nostra cultura: Achille Campanile. La brava Sartorio ha allestito lo spettacolo tutto humour, un humour raffinato e raro, “Per chi suona il campanile”, in programma all’Apollonio domenica 11 marzo, alle ore 16.30.

Concludono la rassegna “Pomeriggi Teatrali” due proposte che escono dalla fucina di Paolo Franzato: al Teatro Apollonio, e sempre alle 16.30, domenica 22 aprile l’Accademia Franzato e il Laboratorio “Porto teatro” daranno vita a “Dio” di Woody Allen, mentre l’Accademia Franzato domenica 13 maggio proporrà “Commedia senza titolo” di Federico Garcia Lorca (entrambi gli spettacoli saranno alle 16.30). Alla c0nferenza stampa che ha presentato la rassegna, era presente l’attrice Chiara Zanzi, una delle punte di diamante degli spettacoli di Franzato.

11 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi