Sport

Un Varese da brividi detta legge a Marassi

Bel colpo davvero, quello dei biancorossi a Marassi contro la Samp, sia pure in extremis. Un successo trionfale grazie all’1 a 0 che il Varese incassa, supportato fuori casa dal tifo dei suoi oltre mille supporter. Una partita da ricordare, quella giocata per l’Epifania, benché sia rimasta sullo 0 a 0 per tutto il primo tempo, pur non mancando al Varese occasioni interessanti.

Una partita che vede i biancorossi fare il gioco. Come dimostra, nel primo tempo, il giocatore Neto che crea diverse difficoltà ai doriani. Prima procura una punizione, poi si trova, pallone pronto al tiro, a breve distanza dalla rete, anche se non si concretizza l’opportunità. Un protagonismo che trova una Samp incapace di reagire, fischiata dai tifosi di casa, messa sotto accusa dagli spalti.

Alla ripresa, i biancorossi continuano ad imporre il loro gioco, con Corti che serve Martinetti costringendo gli avversari al fallo. Bel gioco, anche se meno vitale del primo tempo, tiri alti sulla traversa da parte del Varese. Fino al cambio in campo disposto da Maran, con fuori Martinetti e al suo posto De Luca.  Il gioco prosegue senza grandi sorprese, fino all’ultimo minuto del secondo tempo, quando due nuovi entrati, Carrozza che passa e Damonte che butta in rete, riescono ad imprimere alla partita il risultato atteso, agguantando, in extremis appunto, la vittoria sul campo della Samp.

Breve recupero finale, con i blucerchiati che continuano a non trovare occasioni congeniali, e finiscono addirittura la partita in dieci per un brutto fallo di Koman, che viene espulso. Non resta che l’esplosione della gioia biancorossa, con il tripudio di giocatori e tifosi del Varese, di Rosati primo tra tutti.

6 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi