Varese

Il più votato è il presepe con i Puffi (e Gargamella)

Presepe dei Puffi realizzato dal giovanissimo Filippo Piccinelli

Semplice e cordiale premiazione del Concorso Presepi, questa mattina, in Salone Estense. “Presepi nella Città giardino”, manifestazione giunta alla sua quinta edizione, promossa dal Comune di Varese in collaborazione con l’Associazione Amici del Presepe & Tempo Libero ha proposto anche questa volta presepi di hobbisti, scuole e singoli allievi. Dopo che, nel periodo natalizio, la mostra ha registrato la presenza di più di mille visitatori, oggi è arrivato il momento della premiazione dei vincitori, i più votati dai varesini che hanno fatto visita alla rassegna (1191 per l’esattezza).

L’assessore al Commercio e Promozione del territorio, Sergio Ghiringhelli, ha premiato i vincitori. Coloro che sono saliti sul podio hanno ricevuto i premi dai commercianti varesini. “Un bel segnale – ha detto con una punta di polemica l’assessore leghista -, il fatto che chi ha attività economiche in città si senta coinvolto nelle iniziative della città. Purtroppo non accade sempre, dato che spesso prevale la logica del mordi e fuggi sul territorio”.

Nutrito l’elenco dei vincitori: per la categoria dei Singoli Alunni, primo posto a Filippo Piccinelli, con l’originale diorama ”Anche i Puffi adorano Gesù Bambino”, un presepe con i simpatici personaggi azzurri, dove non manca neppure il perfido Gargamella, mago cattivo che spunta in un angolo del presepe. Secondo posto per la brava Elena Floris, con il suo “Dolce Natale”.

Per quanto riguarda le scuole, primo posto all’Istituto Comprensivo Da Vinci di Azzate, con il suo “Ingenuo Presepe settecentesco”, secondo posto per la Primaria di Brinzio che ha realizzato “Il Presepe del Sorriso” (un originale presepe che è stato realizzato in una miniatura dell’Ospedale Del Ponte), e terzo posto per la Scuola dell’Infanzia Verga di Varese con il presepe “Che bel dono la natura!”.

Infine, quanto agli hobbisti, ha vinto una dipendente del Comune, Karin Zerallos Lombardo con un originale “Presepe ecologico”, tutto realizzato con materiale di recupero ricavato da parchi e giardini, una vittoria che ha ricevuto in dono un viaggio a Vanezia, secondo posto per Augusto Magnoni, con un bellissimo “Presepe Walser”, a cui è andato una bella cena al Ristorante Bologna, mentre la medaglia di bronzo se l’è aggiudicata Giuseppe Bonfanti e la sua “Natalità su palafitte”, che ha ricevuto un prodotto Swarovski.

- FOTOGALLERY

6 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi