Varese

Dal Comune una Befana-record al Palaghiaccio

Una Befana record, quella organizzata dal Comune di Varese. Nel pomeriggio, al Palaghiaccio di Varese, si è svolta la manifestazione “Quando arriva la Befana…”, una delle poche iniziative di Palazzo Estense in periodo natalizio, durata una mezz’oretta scarsa. Dopo il flop della pista del ghiaccio a piazza Repubblica, che non si è vista a causa della mancata intesa tra Comune e Pro Loco, il Comune, fuori tempo massimo, ha tentato di realizzare un cartellone d’emergenza. In quest’ultimo è apparso anche l’appuntamento dedicato alla Befana. Con lo spostamento dalla pista che non c’è a quella che c’è, al Palaghiaccio.

Qui, nel pomeriggio di oggi, era in programma un evento organizzato dal Ida Maria Piazza, assessore allo Sport e Rioni,  in collaborazione con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Pattinatori Ghiaccio Varese e ConfCommercioAscom Varese. Ma l’evento, partito attorno alle 17, una ventina di minuti dopo era già terminato. E questo dopo che, in quel lasso di tempo record, tutto era accaduto: erano state distribuite le calze e si era tenuto un momento di animazione da parte del Progetto Zattera, con pupazzi, trampoli e sputafuoco, che si sono esibiti sulle scalinate della struttura sportiva.

In pochi minuti le circa 200 tra calze e pacchettini (con matite, quadernetti, qualche caramella) sono volate via. Una distribuzione che ha coinvolto un folto pubblico che, terminata la distribuzione, è subito uscito dal Palaghiaccio, anche perchè l’attività ordinaria è ripresa nella struttura vicina all’Ippodromo e nessun altro evento era in programma.

6 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Dal Comune una Befana-record al Palaghiaccio

  1. stigol martin il 8 gennaio 2012, ore 10:36

    Sig. Giacometti:
    Il programma prevedeva l’apertura del PALAGHIACCIO dalle 15.15 fino alle 19.00 con un prezzo da record che comprendeva l’ingresso, l’animazione e il regalo della calza. In questo contesto è stato pensato, nell’intervallo di circa 15 minuti (durante il quale, per sicurezza, si pulisce la pista), di proporre una breve animazione spettacolare per i bambini. Il tema dell’Epifania era rappresentato dalla presenza di un pupazzo di circa 3 metri “la Befana” che dopo una breve animazione sulle tribune doveva in modo itinerante sfilare. Accompagnata da 2 pupazzi di due metri circa e dei trampolieri che, in un angolo delle tribune, dovevano consegnare dei doni ( più di 300 sono stati consegnati) per festeggiare l’arrivo della Befana. Sicuramente un programma last minut dovuto a diverse ragioni sulle quali non trovo interessanti soffermarmi in questo commento. Ma definire “da Record” l’evento, dopo gli sforzi e la professionalità messa in campo dai diversi responsabili dell’evento, con dettagli scritti e presi al volo, mi sembra ingiusto. Ci vuole altro. E da lei sono stato abituato ad altro.

Rispondi