Varese

Parcheggi al Sacro Monte, soluzione in un anno e mezzo

Da sinistra, il sindaco Fontana e l'assessore Cattaneo firmano l'accordo

Entro 18 mesi si chiuderà il cerchio per quanto riguarda i parcheggi al Sacro Monte di Varese. Una certezza condivisa da tutti i partecipanti al Comitato dell’Accordo di programma riunitosi ieri presso la sede varesina della Regione Lombardia. E uno dei paletti che consentono di intravvedere una soluzione definitiva al problema del parcheggio selvaggio che da anni insidia la Via sacra, una cosa “offensiva”, come la definisce il sindaco di Varese, Attilio Fontana.

Un piano a due velocità, che prevede soluzioni immediate e soluzioni che richiederanno un anno e mezzo per essere valutate e decise, come spiega l’assessore alle Infrastrutture del Pirellone, Raffaele Cattaneo. L’accordo c’è, ma la firma ufficiale è in programma presso la sede dell’Associazione Amici del Sacro Monte entro fine gennaio 2012. Una “fase uno” e una “fase due” che, nelle intenzioni dei partecipanti all’Accordo di programma, dovranno risolvere definitivamente il problema dei parcheggi al Sacro Monte.

Partiamo dalla “fase uno”, che prevede un parcheggio interrato di 120 posti alla Prima Cappella (la cui prima pietra verrà posata a Natale 2012), e un parcheggio in via Del ceppo per altri 30 posti, un’infrastruttura, quest’ultima, a carico di privati. Altri 90 posti saranno ricavati al Borgo con una serie di interventi: ridisegnando gli stalli, riducendo gli spazi per i residenti, allungando da 2 a 3 ore la possibilità di sostare nei posti con il disco orario. Ci sarà poi una “fase due”, che comporta un’ulteriore apertura di parcheggi: cinque sono le ipotesi, e nei prossimi 18 mesi verrà deciso quali dovranno essere concretizzate alla luce della Valutazione ambientale strategica. Sarà poi studiato un piano di trasporto pubblico locale integrato, dove trova posto anche una navetta che collega Stadio di Masnago e Stazioni con il Sacro Monte.

Un intervento complessivo pesante da un punto di vista economico, che ammonta a circa 2 milioni e mezzo di euro. Un grosso investimento sostenuto dai vari enti che hanno sottoscritto l’accordo, che sarà sostenuto dal Parco Campo dei Fiori per l’1%, dalla Provincia di Varese per il 10%, dal Comune di Varese per il 40% e dalla Regione Lombardia per il 49%.

24 dicembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi