Varese

Alla messa in Comune il prevosto parla della crisi

La messa in Salone Estense

E’ stata celebrata questa mattina, in Salone Estense, la messa natalizia per i dipendenti del Comune di Varese. Una celebrazione presieduta dal prevosto di Varese, monsignor Gilberto Donnini, che si è rivolto ad un’assemblea composta da dipendenti comunali, ma anche da politici. In prima fila erano presenti il presidente del Consiglio comunale, Puricelli, e il vicesindaco Baroni. Erano presenti anche gli assessori Clerici e Longhini, oltre ai capigruppo del Pdl, Grassia, del Pd, Mirabelli, e l’avvocato Passera. Presenti anche i consiglieri Crespi, Cosentino e Roggia.

La messa natalizia celebrata in Comune anticipa gli auguri che lo stesso prevosto farà ad amministratori e dipendenti del Comune martedì prossimo, sempre in Salone Estense, alle ore 11.

Nell’omelia, don Donnini ha rimarcato l’importanza della solidarietà, un valore incarnato da diverse iniziative. “E’ il caso dell’iniziativa assunta dal cardinale Tettamanzi, e che il cardinale Scola ha confermato di volere portare avanti, del Fondo Famiglia e lavoro a sostegno di chi perde il lavoro”. Un atteggiamento di disponibilità che deve riguardare anche chi lavora, come nel caso di chi è impegnato dietro uno sportello.

Nella sua omelia, il prevosto di Varese non ha mancato di ricordare il difficile momento di crisi che stiamo attraversando. “Quando visito le famiglie nelle case percepisco un clima di disagio, timore e paura – ha detto il prevosto -. Ma il Natale deve farci conservare la speranza e allontanare da noi la tentazione di dare le dimissioni dalla vita”.

 

14 dicembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi