Varese

Telethon, una “due giorni” per aiutare la ricerca

Presentazione in Comune della campagna Telethon

Varese si mobilita per Telethon. Tanti gli eventi, numerosi gli appuntamenti, molteplici le proposte che accompagneranno la maratona Telethon 2011, che si svolgerà sabato 17 e domenica 18 dicembre. Un momento di solidarietà in favore della ricerca e della cura della distrofia muscolare e di altre malattie genetiche. Questa mattina è stata presentata la manifestazione che si terrà a Varese, in piazza Podestà e presso la filiale della Bnl di via Volta (sotto i portici).

“Un piccolo gesto, che ognuno può fare, e che porta a grandi risultati”, ha dichiarato entusiasta l’assessore alla Persona e alla Famiglia, Enrico Angelini. “E oltre a contribuire alla ricerca e ai risultati raggiunti dopo 22 anni di impegno Telethon, questo gesto piccolo, ma decisivo mobilita le coscienze, ci rende più attenti e meno indifferenti, consente di partecipare tutti alla grande sfida della ricerca”.

Collegata alla maratona televisiva Rai, anche la manifestazione Telethon varesina offrirà molte proposte. Come spiega il direttore della sede varesina della Bnl, Adriano Pregnolato,  ”quest’anno tanti dipendenti staranno in filiale come volontari, per raccogliere i preziosi fondi per la ricerca”. Un’edizione, questa, che punterà molto sullo sport “made in Varese”. “Ci hanno garantito la presenza diversi sportivi, dal ciclismo alla ginnastica, dalla pallacanestro al canottaggio”. E’ stato invece il cavaliere Bifulco (Actl) che ha sottolineato il contributo della musica e la presenza di proposte per i più piccoli.

Al gazebo di piazza Monte Grappa saranno presenti, ad offrire sciarpe Telethon e altri gadgets, i volontari dello Uildm (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) sezione di Varese e i volontari dell’Avis varesina. “Sul difficile fronte delle malattie rare, delle malattie genetiche, la ricerca inizia a produrre risultati importanti – dichiara Rosalia Chendi, presidente Uildm varesina -. E questo è accaduto grazie al diffuso sostegno che è arrivato dai tanti che hanno contribuito con Telethon. C’è una rigorosa valutazione dei progetti di ricerca da finanziare, e questo è un indice di serietà e trasparenza”.

12 dicembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi