Varese

A Biumo Inferiore si è aperta la Casa di Babbo Natale

L'assessore Piazza si reca ad aprire la Casa di Babbo Natale

Si è mobilitata Biumo Inferiore per dare vita al magico Villaggio di Natale, che è stato inaugurato questa mattina. Clou della mattina l’apertura della Casa di Babbo Natale, con l’officina degli elfi e la cucina di Natalina (ricavata nei locali dell’ex Atelier di Jo). A dare man forte alla manifestazione, l’associazione Amici del Presepe & Tempo Libero, con il patrocinio dell’Actl, del Comune di Varese e di Confcommercio Ascom Varese.

Tutto è partito da via Cairoli, con il taglio del nastro da parte degli organizzatori, Leandro Ungaro e Gabriella Cameli, insieme al parroco di Biumo, il Cavaliere Bifulco, don Pino Tagliaferri e ben due assessori, allo Sport, Ida Maria Piazza, che ha aperto la porta della Casa di Babbo Natale, e al Commercio e Promozione territorio, Sergio Ghirighelli. Oltre all’immancabile Babbo Natale e ad una sua giovane e affascinante collaboratrice.

L’assessore Piazza ha ribadito che i nostri rioni sono vivi, mentre l’assessore Ghiringhelli ha voluto lanciare un messaggio “polemico” alle altre zone della città. “In molti casi, si attende che arrivino le iniziative e non ci si impegna in prima persona. Bisognare seguire l’esempio di Biumo Inferiore, così come di altre zone (Casbeno, La Rasa), che insegnano come sia possibile dare vita a belle iniziative”.

Per don Pino Tagliaferri, parroco di Biumo Inferiore, in forma smagliante nonostante la recente aggressione, ha ricordato che questa manifestazione “è un importante fatto sociale, culturale e religioso. A tutti auguro un Natale vero”.

Al termine della breve inuagurazione, tutti i presenti sono andati a tagliare il nastro della Casa di Babbo Natale. Tanti bambini con i loro genitori sono entrati, guidati da Babbo Natale che si è seduto sulla sua poltrona e si è fatto fotografare con i piccoli amici.

8 dicembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi