Varese

Pista del ghiaccio, il Comune alza il tiro sulla Pro loco

Una pattinatrice sulla pista di piazza Repubblica

Nessuna pista del ghiaccio in piazza Repubblica a Varese. Un buco nero che ha portato commercianti della zona a criticare il Comune, e ad accusarlo di non avere neppure allestito le luminarie nella piazza e nelle vie adiacenti. Attacca e dà la sua versione dei fatti l’assessore al Commercio e Marketing territoriale, il leghista Sergio Ghiringhelli.

Sottolinea Ghiringhelli che la pista del ghiaccio è sempre stata affittata e gestita dalla Pro Loco di Varese, presieduta dal piediellino Giancarlo Di Ronco, mentre il Comune ha sempre fornito un aiuto economico (quest’anno sono stati deliberati dal Comune 5 mila euro). “Quasi quotidianamente mi sono occupato della pista – continua l’assessore leghista -, affrontando cambiamenti quasi quotidiani. Però sono andato avanti nell’ipotesi di realizzare la pista”.

La Varese Killer Bees, una società di hockey, si propone al fine di realizzare la pista quest’anno. Il Comune è d’accordo, ma per realizzare la pista sono necessari i fondi messi a disposizione dallo sponsor, il Centro Le Corti: 18 mila euro, vincolati dalle Corti al fatto che la pista fosse realizzata in piazza Repubblica e previsti in una convenzione sottoscritta dalla Pro Loco. Sottolinea Ghiringhelli che ”perchè avvenisse il passaggio dei fondi alla nuova società sportiva era necessaria una lettera della Pro Loco che autorizzasse questo passaggio”. La nuova società, ricevute le risorse messe sul tavolo dalle Corti, avrebbe poi dato la gestione della pista alla Pro Loco.  Ma la lettera non è mai stata fatta dalla Pro Loco, un fatto che avrebbe impedito la possibilità di ususfruire delle risorse offerte dalle Corti e quindi di realizzare la pista di pattinaggio.

Tutto è saltato quando al Comune è giunta una richiesta di altri 10 mila euro da parte della Pro Loco per la gestione della pista. A questo punto,  l’assessore si è irrigidito: il Comune non avrebbe stanziato più dei 5 mila euro già messi sul tavolo. E così la pista quest’anno non verrà allestita in piazza Repubblica.

Giudizio finale dell’assessore Ghiringhelli: “La Pro Loco è importantissima per la città di Varese. Deve però collaborare con il Comune, e non – come è accaduto in questi mesi – ostacolare l’attività dell’amministrazione comunale. Visto come sono andate le cose, le difficoltà non potranno che aumentare”.

L’assessore Ghiringhelli nega che dietro questa vicenda sia presente uno scontro dentro la maggioranza di centrodestra. Eppure, la vicenda della pista del ghiaccio non realizzata vede una forte tensione tra un assessore leghista e un presidente della Pro Loco legato al Pdl. Nonostante tutte le spiegazioni e tutte le polemiche, questo resta un dato di fatto incontrovertibile.

7 dicembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi