Comerio

Alda Merini, un tributo organizzato alla Somsart

La poetessa Alda Merini

L’Associazione Estro-versi organizza il primo viaggio emozionale dal titolo “Folle Folle d’amore per te”, una serata tributo ad Alda Merini che si terrà il 18 dicembre, alle ore 21, alla Somsart (via Piave 4 – Comerio). Un tributo alla poetessa milanese Alda Merini scomparsa l’1 novembre 2009 ; faranno seguito altri viaggi dedicati a Pessoa e a Pavese. L’ingresso al primo viaggio è libero.

La serata dedicata alla Merini è stata organizzata per ricordare la poetessa scomparsa recentemente, tanto amata ed apprezzata, oltre a presentare al pubblico la neonata associazione Estro-versi, associazione di promozione culturale che ha come obiettivi fondamentali la ricerca e il confronto della poesia con altre forme d’arte, la diffusione soprattutto nel sociale ovvero nei luoghi dove la poesia non è solita apparire.

I viaggi emozionali non saranno presentati solo in teatro ma anche presso gli istituti penitenziari, le scuole, i circoli della terza età, le comunità. Siamo convinti che la poesia debba arrivare al cuore di tutti e che possa aiutare a costruire delle personalità migliori.

Il viaggio dedicato alla Merini sarà strutturato in sei tappe fondamentali: l’amore, la poesia, “la clinica dell’abbandono”, la madre, Il Naviglio, Lettere a (poesie e omaggi che Alda ha dedicato ad amici e poeti conoscenti quali Salvatore Quasimodo, Eugenio Montale, Giorgio Manganelli, Alberto Casiraghy). Interverranno alla serata le figlie di Alda Merini, Barbara ed Emanula Carniti. Letture di poesie da parte di Sharon Alini, Karin Andersen, Stefania Cadario, Elena Danelli, Sergio Di Siero, Alessandra Marra, Stefania Pennacchio. Interverranno anche Andy Fernanda Scillitani, Barbara ed Emanuela Carniti, Gaetano Blaiotta, Franco Donaggio, “Mario”.

Il Viaggio poetico emozionale non vuole essere solo una serata in cui si leggeranno dei testi di poesie peraltro bellissime ed intense ma un momento d’incontro fatto anche di parole, uno scambio fra persone e poeti che l’hanno conosciuta e l’hanno amata e che ad un anno dalla sua morte vogliono ricordarla solo come una donna che s’innamora di nuovo, che le brillano gli occhi, che ride con i denti macchiati di rossetto. Semplicemente come Alda Merini.

 

7 dicembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi