Varese

“Living Lab”, un’idea di Vuolo con la regia di Chiara Zocchi

Lo spazio Living Lab

“Un LABoratorio ma anche la prima cellula di un LABirinto di idee. Oltre ad un grande spazio vuoto, attrezzato con un palco ed un impianto audio-luminoso. Ci sarà anche un Lounge Bar (Lampadina), gestito dagli stessi illuminati del Ristorante Luce di Villa Panza”. E’ la presentazione, giustamente laconica, giustamente un po’ promozionale che viaggia in Facebook. E si riferisce, in modo forse un po’ enfatico, al lancio di un nuovo spazio, l’ennesimo, aperto a Varese: “Living Lab”. Il taglio del nastro è programmato per giovedì 15 dicembre, alle ore 21.15, in via Crispi 17 a Varese.

Dal nome dello spazio risulta evidente il legame con la rivista “Living” diretta da Nicoletta Romano. Come viene confermato da ciò che si legge su Fb: ”la mente di tutto ciò è l’editore della rivista Living: Giuseppe Vuolo”. Meno scontato è invece il fatto che la “cura” di questo spazio sia stata affidata dagli organizzatori alla scrittrice e musicista Chiara Zocchi.

Non sono chiari i contenuti del nuovo spazio. Nulla ancora si sa sugli eventi che saranno proposti. Non si può non ricordare che a Varese, soprattutto negli ultimi anni, si aprano spesso spazi nuovi, si moltiplichino, si pubblicizzino, ma poi si faccia non poca fatica a “riempirli” di contenuti culturali, mentre abbondano in città eventi improvvisati ed effimeri. Per non parlare del fatto che si finisce per mescolare, un po’ confusamente, cultura, intrattenimento, marketing e sponsorizzazione di questo o quel politico.

 

 

 

4 dicembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a ““Living Lab”, un’idea di Vuolo con la regia di Chiara Zocchi

  1. chiara zocchi il 5 dicembre 2011, ore 00:47

    LIVING LAB
    ..è-sarà uno spazio “vuoto”, questo è il senso primo.
    Ed il mio “lancio” su fb
    non era un “comunicato stampa” ufficiale,
    ma un semplice pre-invito,
    per l’apertura (dello spazio, non ancora del programma),
    un piccolo assaggio di un lavoro in progressS

    Un bacio al mio adorato Varese-Report,
    nonostante questa volta sia stato un po’ dispettoso

    p.s. l’immagine che avete scelto non è quella del nuovo Living Lab, comunque!

  2. Roy1 il 5 dicembre 2011, ore 13:25

    “il senso primo”, “lavoro in progressS” …..
    un bacio all’adorato VareseReport, che quando alza il sopracciglio critico su iniziative così così difficilmente sbaglia

  3. chiara zocchi il 7 dicembre 2011, ore 10:24

    on verra bien

  4. abramo il 2 gennaio 2012, ore 13:10

    che fine ha fatto questo living lab?
    sarà mica un replay del 2009?

Rispondi